Matrimonio ideale fra tecnologia e moda, quando l’utile si unisce al dilettevole

Dagli States arrivano le nuove proposte che sposano hi tech e moda, il ‘must have’ per la prossima stagione.

Avreste mai pensato di poter telefonare con una scarpa? Oggi è possibile. E farlo in pubblico non solo può suscitare ilarità ma innescare il meccanismo di inesorabile necessità. Quando il telefonino è scarico e bisogna fare una chiamata d’emergenza, nessun timore, la tua suola potrebbe salvarti la vita.

Anche indossare un gioiello “Bluetooth” non è fantascienza. La società britannica esperta di progettazione software CSR, in collaborazione con Cellini, ha creato una linea bijoux interattiva. La collana con pendente è dotata di tecnologia integrata che consente alla proprietaria di personalizzare il colore e la luminosità del prezioso a seconda del proprio abito e del proprio umore. Particolarità che potremmo definire semplicemente vanesia ed estetica, ma l’eccezionale novità del monile è invece la sua gamma di funzioni non visibili come, ad esempio, l’avviso delle notifiche social.

«Sebbene questi prototipi siano stati progettati per avvisare gli utenti delle notifiche arrivate sul loro smartphone potrebbero essere usati per molte altre cose. Gli sviluppatori potrebbero integrare anche capsule di profumo per consentire agli utenti di rilasciare uno spruzzo della loro fragranza preferita in determinati momenti della giornata. Abbiamo voluto dare ai nostri clienti un assaggio di quello che potevano fare con questa tecnologia. Le possibilità per dispositivi con tecnologia veramente da indossare sono infinite» sentenzia il manager inglese Williamson, aprendo con quest’affermazione ad infinite possibilità utilitaristiche del gioiello e alla possibilità di invasione del mercato nel giro di qualche mese. Le donne non potranno più farne a meno.

Affine a questa nuova creazione è anche il gioiello ‘salva vita’ di Cuff. Grazie ad un dispositivo di comunicazione bidirezionale si possono avvisare i propri cari se ci si sente in pericolo, senza dare così troppo nell’occhio.

Tecnologia e moda si stringono sempre più in un connubio inscindibile. La moda sociale e la moda salutista sono difatti un altro tangibile esempio di questo lieto matrimonio.

In Europa siamo già abituati all’utilizzo di Wearable Tech per il fitness ma non ancora all’idea della moda sociale intesa ‘pro-consumatore’.

Matrimonio ideale fra tecnologia e moda, quando l'utile si unisce al dilettevole

Il brand brasiliano C&A ha avviato una campagna promozionale che chiama in causa direttamente il consumatore. Attraverso un contest social è nato il FashionLike: ogni volta che qualcuno da casa comodamente clicca ‘like’ su di un capo di abbigliamento presente on-line, in negozio in maniera immediata sulla gruccia, nella quale è incastonato uno schermo, viene segnato una sorta di punteggio utile alle fashion addict che possono quindi decidere se vogliono acquistare dei vestiti popolari, quelli con il maggior punteggio, oppure optare per dei dress code meno anelati.

Concettualmente simile anche l’idea dei camerini virtuali come quelli già presenti da TopShop e presi recentemente in considerazione da Ebay che invitano il consumatore all’estrema comodità durante l’acquisto. I dispositivi Kinect saranno un’ulteriore svolta nel mondo dello shopping.

Matrimonio ideale fra tecnologia e moda, quando l'utile si unisce al dilettevole

Rimane però assai difficoltoso prevedere se il mutamento radicale offerto dalla tecnologia riuscirà a sostituire la sensazione, sempre differente, dei tessuti sotto le dita, i consigli delle commesse e il clima d’entusiasmo che si condivide con le amiche.

Ricerca personalizzata