Matteo Renzi all’attacco: “Di Maio, sei uno squallido bugiardo”

matteo renzi

Le polemiche tra Matteo Renzi e Luigi Di Maio non accennano a placarsi, tanto più a margine di quanto accaduto a Genova, dove il crollo del ponte Morandi ha provocato la morte di 43 persone. L’ex presidente del Consiglio ed ora senatore, ha utilizzato la sua consueta newsletter per attaccare frontalmente il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, che a suo dire avrebbe mentito circa l’attribuzione al Pd delle responsabilità sulla tragedia di Genova.

“Di Maio è un bugiardo. Mi dispiace dirlo, ma è uno squallido bugiardo. Ha detto che noi abbiamo fatto leggi di favore per Autostrade e che il loro governo è il primo a non aver preso soldi. Il decreto pro-Autostrade in realtà lo ha votato Salvini, e non il Pd (anno 2008). I contributi elettorali li ha intascati la Lega, non il Pd (150.000€). Il premier Conte è l’avvocato della concessionaria Aiscat, altro che avvocato del popolo. Il No alla Gronda per Genova è arrivato dai Cinque Stelle genovesi, da Grillo e da Toninelli.”

Il Movimento 5 Stelle di Genova e Beppe Grillo, effettivamente, definirono “favoletta” l’ipotesi che il ponte Morandi prima o poi sarebbe venuto giù, e proprio per questo si ribellarono all’ipotesi avanzata dal Pd di costruire un’infrastruttura complementare, la Gronda per l’appunto, che avrebbe permesso l’alleggerimento del traffico sul ponte Morandi.

Nella sua eNews, Renzi ha attaccato anche il ministro dei Trasporti Toninelli anche per la gestione degli sbarchi migratori. Poche ore fa Toninelli si è fatto un selfie nel bel mezzo dell’emergenza Diciotti, la nave della Guardia Costiera Italiana a cui il governo ha impedito lo sbarco nel porto di Catania. “Anziché dare risposte al Parlamento su quanto accaduto, Toninelli ha pensato bene di andarsene al mare. Avessimo fatto noi una cosa del genere sarebbe scoppiata la rivoluzione a cinque stelle. Ma adesso dato che loro sono il potere, tutti rigorosamente zitti”.

Ricerca personalizzata