Funghi e micosi della pelle sono un disturbo molto diffuso e possono colpire indistintamente sia gli adulti che i bambini. Contrarre un’infezione cutanea è molto semplice, poichè i funghi si possono trovare dappertutto: dalle piscine alle palestre, dalla spiaggia fino ai luoghi frequentati da animali.

Ma la domanda è: come riconoscere una micosi della pelle? Quando si avverte una forte sensazione di prurito e fastidio e iniziano ad insorgere delle macchie rossastre o bianche allora può darsi che si tratti di micosi.

Cosa sono le micosi?

Le micosi che colpiscono la pelle sono delle infezioni fungine provocate da alcuni agenti patogeni, definiti miceti. Gli studiosi ne hanno classificato 10000 specie, in realtà solo 150 possono infettare l’uomo.

Le micosi si possono manifestare in qualsiasi punto del corpo, e i sintomi che si avvertono possono essere differenti a seconda del tipo di fungo che colpisce una determinata zona del corpo. A causa del caldo, dell’umida, o dalla scarsa igiene, questo disturbo viene favorito, per cui occorre prestare la massima attenzione al riguardo.

Quali sono le parti del corpo maggiormente colpite?

Generalmente il cuoio capelluto, le unghie, il viso, le mani, i piedi, ma tutta la cute può essere colpita. Per quanto riguarda la terapia da seguire, diversi sono i trattamenti che si possono prendere in considerazione: Il miconazolo ad esempio, è un antimicotico di tipo azolico e viene utilizzato in caso di micosi provocate da dermatofiti o lieviti.

Il trattamento può essere disponibile sotto forma di pomata, polvere cutanea o spray. Generalmente il prodotto si applica sulla zona interessata una o al massimo due volte al giorno per 4 o 5 settimane.

Naturalmente bisognerà chiedere il parere del proprio medico di controllo prima di prendere in considerazione la somministrazione di tale eccipiente.