Milan news: Poli ce la fa, convocati quattro Primavera

Nel giorno dell’esordio in Champions League contro il Celtic Glasgow, Massimiliano Allegri conta gli infortunati: ben dieci, quasi una squadra intera. Kakà ne avrà per un mese, De Sciglio per due/tre settimane, capitan Montolivo dovrebbe rientrare fra una decina di giorni, Abate si è ripreso quasi del tutto, ma lo staff medico rossonero ha preferito non rischiarlo per evitare inutili complicazioni. Il recupero lampo di Poli è sicuramente un’ottima notizia, ma non permette ai rossoneri di uscire da una fase piena emergenza e Allegri è stato costretto a convocare quattro elementi della primavera: Iotti, Benedicic, Modic e Pedone.

Il tecnico toscano, viste le caratteristiche degli uomini a disposizione, sembra orientato a schierare un 4-3-3, con Emanuelson e Robinho esterni e Balotelli punta centrale. Le altre scelte sono pressochè obbligate, Abbiati in porta, Zaccardo, Mexes, Zapata e Constant in difesa, Nocerino, de Jong e Muntari a centrocampo, a meno che Poli non dia garanzie all’allenatore. Da non sottovalutare anche l’ipotesi Birsa dietro le due punte, con Emanuelson posizionato sulla fascia sinistra e Constant in panchina. Fino a ieri sembrava concreta la possibilità di passare al più classico dei 4-4-2, con Matri ad affiancare Balotelli, ma Allegri preferirebbe schierare i suoi con un modulo a loro più congeniale, dato che il tecnico livornese ha sempre utilizzato schieramenti che prevedessero tre giocatori d’attacco nelle sue quattro stagioni sulla panchina del Diavolo.

Come risolvere il rebus formazione? Toccherà al Conte Max trovare la miglior soluzione per questo Milan incerottato, ma che ha assolutamente bisogno di una vittoria per cominciare bene la propria avventura europea e per dare fiducia a un ambiente demoralizzato dopo la campagna acquisti mediocre e l’inizio di campionato stentato. Per forma mentis societaria, poi, in Europa ci sono molti meno bonus che in campionato. E questo Allegri lo sa.

Ricerca personalizzata