Milano sempre più high-tech inaugura le isole digitali

Milano si prepara al grande evento Expo 2015 e diventa sempre più smart city, cercando di raggiungere le altre città europee.
Ieri a Palazzo Marino è stato presentato il progetto Milano Smart City, che prevede la creazione di punti tecnologicamente avanzati in grado di offrire a cittadini e turisti tantissimi servizi diversificati, tramite dei totem interattivi posizionati nei punti strategici della città. Le prime 15 isole digitali sono state attivate ieri e altre 15 sono previste entro febbraio 2014.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra pubblico e privato, e in particolare da una partnership tra Amministrazione cittadina e le società A2A, Ducati Energia, Microsoft, Telecom Italia, Bee e Linear Assicurazioni.

Queste isole digitali permetteranno agli utenti di spostarsi, comunicare e informarsi in maniera intelligente e sostenibile. Esse sono composte da un totem interattivo dotato di un grande schermo touch da consultare per trovare informazioni sulla città: dal traffico, agli orari dei mezzi pubblici, fino agli eventi sia culturali che notturni che Milano offre. Intorno ai totem ci si potrà sedere su delle panchine “intelligenti” che sono veri e propri charging points, in quanto sono munite di colonnine per ricaricare gratuitamente pc, smartphone e tablet.

Inoltre nell’area dell’isola si potrà usufruire di un servizio di wifi gratuito, in modo da rimanere sempre connessi e a costo zero. Sarà anche disponibile un collegamento alla piattaforma cloud di Telecom Italia, Nuvola Italiana, per la gestione evoluta dei contenuti multimediali tramite la tecnologia del Digital Signage, con cui si punta alla massima interazione tra questi totem e i nostri apparecchi tecnologici.

Su ogni totem sarà installato Internet Explorer per la navigazione internet, fornito da Microsoft che ha realizzato anche l’applicazione alla base dei totem, basata su un’app nativa di Windows Phone Mobile. Alcuni totem saranno anche abilitati all’NFC, tramite cui sarà possibile scaricare l’app del servizio di informazione turistica e di guida alla città sul proprio smartphone, disponibile per Android, iOS e Windows Phone.

Con la nostra tecnologia intendiamo contribuire all’evoluzione del tessuto urbano puntando a semplificare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini e a migliorare il loro rapporto con la città. In questo modo, non solo Milano potrà esser considerata una delle metropoli più digitalizzate d’Europa, ma ci auguriamo possa ispirare tante altre città italiane” spiega Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft italia.

Tutti questi servizi sono disponibili 24 ore su 24, quindi anche nelle ore notturne, sempre nella massima comodità e sicurezza. Infatti le colonnine dispongono di un sistema di illuminazione a led che varia l’intensità della luce in base al numero di persone presenti. La sicurezza è invece garantita da un impianto di videosorveglianza sempre attivo, collegato con la centrale operativa della Polizia Locale.

Le isole digitali sono anche sostenibili: infatti ognuna sarà munita di una flotta di veicoli elettrici biposto utilizzabili con lo stesso metodo già sperimentato con bike sharing e car sharing, tramite abbonamento annuale o settimanale ad un costo di soli 13 centesimi al minuto. Il servizio EqSharing è il primo car sharing totalmente elettrico di Milano, ed è stato possibile grazie alla collaborazione con Bee – Green Mobility Sharing.

Entro il 21 ottobre saranno disponibili 60 veicoli, che diventeranno 90 a metà novembre e 120 a febbraio, costituendo così un servizio perfettamente integrato con la rete di trasporti pubblici urbani già presente per offrire un servizio completo e il più possibile a impatto zero.
Fino al 29 ottobre, in 9 delle 15 isole sarà possibile effettuare un test drive dei veicoli disponibili accompagnati da alcune hostess che presenteranno il servizio a chi sarà interessato.

Vicino alla stazione ecosostenibile ci saranno anche delle colonnine per ricaricare i propri veicoli elettrici, che vanno a sommarsi alle già 200 postazioni disponibili sul territorio del Comune. Anche questo rappresenta un grande passo per incentivare e semplificare l’utilizzo di veicoli elettrici da parte dei cittadini.

Il Comune di Milano ha realizzato l’intero progetto a costo zero, grazie a finanziamenti esterni che sono arrivati da sponsor privati dopo aver partecipato a bandi pubblici, per una cifra complessiva di 3 milioni di euro, solo per le prime 15 isole. Per la seconda parte del progetto si parla di un investimento di 960mila euro, grazie alle risorse messe a disposizione da un bando della Regione Lombardia nell’ambito del Programma Europeo di sviluppo Regionale (POR).

Ricerca personalizzata