Mina a fumetti protagonista su Topolino

Mina, la cantante più amata dagli italiani, a 35 anni dall’addio delle scene torna ad esibirsi virtualmente in una bella storia natalizia a fumetti su Topolino, il settimanale per tutta la famiglia ideato nel 1928 da Walt Disney e Ub Iwerks ai Walt Disney Studio.

Il prossimo numero della rivista, in edicola dall’11-12 dicembre, vede la star “paperizzata” in Mina Uack con la sua mitica gestualità e la sua inconfondibile treccia color mandarinetto, segni distintivi ormai da anni del suo stile.

La storia dal titolo “Paperino, Paperica e il Natale in sordina” prende il via la notte del 24 dicembre quando Babbo Natale, sfegatato fan di Mina Uack, decide di andarla a cercare nel luogo segreto del suo esilio volontario in Scandinavia. In realtà il vero scopo della ricerca è quello di ritrovare la colonna sonora del Natale, compagnia indispensabile nel suo lungo viaggio in slitta per la consegna dei regali ai bambini di tutto il mondo. Tra pericoli, colpi di scena, gag e tante risate, la voce possente di Mina Uack risuona nella notte più bella dell’anno. Topolino vede paperizzati anche altri due personaggi ossia il figlio della grande cantante Massimiliano Pani (Max Focacce), compositore e produttore musicale e il giornalista e scrittore Vincenzo Mollica (Vincenzo Paperica).

Non sveliamo ovviamente il finale ma accenniamo come le tavole illustrate dal maestro Disney Giorgio Cavazzano diventano così l’occasione per ripercorrere la straordinaria carriera musicale della Mina nazionale con rievocazioni di celebri brani come “Io non ti conosco“, “Brava” e “Zum zum zum“. Oltre alla versione a fumetti potrete presto ascoltare la vera voce della tigre di Cremona acquistando il prezioso cofanetto di canzoni natalizie interpretate da Mina dal titolo “Christams song book” che uscirà in concomitanza con Topolino.

L’operazione “Mina a fumetti”, voluta fortemente dalla direttrice del settimanale Valentina De Poli, potrebbe non restare un unicum. Per questa occasione la stessa Mina ha voluto rivolgere un pensiero affettuoso proprio a Topolino: “Ricordo che costavi 25 lire. Quando sarà stato? Quaranta, cinquanta, sessant’anni fa…”, ha scritto la cantante nella dedica. “Sei inevitabilmente legato a Cremona, adorata città della mia infanzia. Lì ti ho conosciuto. E, in realtà, se ci penso bene, non mi sei mai sparito di torno. Mi sembra di averti, ogni volta, guardato con dolcezza e apprezzato per il ruolo di buon compagno di addormentamenti e di sogni. Allora è vero. Siamo sempre stati insieme e adesso lo siamo un po’ di più. Bello”.

La grande artista italiana è talmente a suo agio nella versione a fumetti da essere diventata subito una incantevole ed energica “papera” doc. D’altra parte come non poteva risultare perfetta in un giornale che da decenni entra ogni settimana nelle case degli italiani proprio come lei?

Ricerca personalizzata