Mondiale per Club: è il giorno di Lippi contro Guardiola

Entra nel vivo il Mondiale per club 2013 in corso di svolgimento in Marocco. Scattano infatti questa sera, con l’affascinante incrocio fra Pep Guardiola e Marcello Lippi, le semifinali della competizione che decreterà il prossimo 21 dicembre il club più forte del mondo.

Bayern Monaco e Guangzhou si sfidano alle 20.30 italiane allo stadio Adrar di Agadir, località portuale del Marocco meridionale. E’ l’incontro più atteso di questo turno, fra la squadra campione d’Europa e quella vincitrice della Champions asiatica, allenata dal 2012 a suon di milioni dall’ex ct della nazionale italiana.

Alla vigilia, proprio Lippi (all’esordio assoluto in carriera contro il Bayern) ha lodato la capacità di incidere dei bavaresi protagonisti di uno storico triplete nella passata stagione: “Ad oggi il calcio tedesco ha uno stile offensivo e di livello elevatissimo, è uno dei migliori al mondo”, ha dichiarato. “Questo Bayern come la mia prima Juve? La mia Juve appartiene al passato e non è mai facile paragonare squadre di epoche diverse. So solo che oggi il Bayern è la squadra più forte del mondo e non so se la mia Juve era allora la migliore”.

La Juve appunto, Lippi non vince il Mondiale dal 1996. Erano i tempi dell’Intercontinentale e un giovanissimo Alex Del Piero purgava il River Plate a Tokyo. Nessuno chiede oggi a Lippi di ripetersi e del resto il suo Guangzhou è nettamente sfavorito, sarebbe probabilmente già un traguardo raggiungere il terzo posto sfidando la perdente di Atletico Mineiro-Raja Casablanca (l’altra semifinale in programma domani).

Punta decisamente al titolo invece il Bayern, già Campione d’Inverno in Germania e assoluta cannibale in questa prima metà di stagione. “Questo è un trofeo molto importante per noi e per il club”, le parole di uno dei neo-candidati al pallone d’oro, la stella francese Frank Ribery. Guiderà lui quest’oggi il Bayern nel consueto poker d’assi (completato da Muller, Thiago Alcantara e Kroos) alle spalle dell’unica punta Mandzukic. Partirà invece della panchina Robben, man of the match nella finale di Champions dello scorso maggio a Wembley.

Ricerca personalizzata