Mondiali Brasile 2014: le compagnie aeree brasiliane non aumenteranno i prezzi

Aspettando lo schieramento di Prandelli e in attesa di prenotare un ticket per l’incantevole Brasile si temeva che i prezzi dei biglietti aerei, e non solo, “volassero” in maniera esponenziale. Fortunatamente Avianca Brasil e Azul Linhas Aereas hanno assicurato che non ci sarà nessun cambiamento delle tariffe abituali inerenti le rotte internazionali per i Mondiali Brasile 2014.

Una delle volontà condivise è quella di ampliare le linee in maniera tale da poter abbracciare più supporter calcistici che investiranno concretamente nel potenziale economico del Brasile. Giungeranno nel paese, infatti, circa 600.000 tifosi stranieri e secondo le aziende locali riuscire ad essere coerenti con i prezzi è la giusta maniera per offrire qualità e servizi, ammiccando e invitando ad un eventuale ritorno, in traduzione turistica, dei visitatori previsti.

Secondo il ministro Flavio Dino la Repubblica Federale del Brasile avrà un indotto diretto di 8,5mld pertanto occuparsi minuziosamente dell’organizzazione e delle prestazioni da offrire è il miglior biglietto da visita per un Paese in crescita che nonostante le numerose difficoltà nel corso dell’ultimo anno, è riuscito, o per lo meno ci prova, a sfruttare positivamente le sue risorse.

Ai microfoni delle più grandi testate mondiali egli ha affermato: «Evitare l’aumento dei prezzi durante i grandi eventi è una questione fondamentale: nel 2012, abbiamo eseguito un confronto dei prezzi degli hotel in Brasile e all’estero. Abbiamo lavorato in stretta cooperazione con il settore alberghiero e i governi locali, oltre ad altri organismi del Governo Federale. In riferimento ai prezzi dei viaggi aerei, stiamo analizzando la questione in comune accordo con altri organismi del Governo e con le imprese, per garantire prezzi equi. L’obiettivo consiste nel sottoscrivere un accordo per l’applicazione di prezzi unitari e accessibili.»

Per salvaguardare l’obiettivo lo scorso Ottobre è nato un comitato interministeriale per monitorare costantemente i prezzi dei ristoranti, delle strutture alberghiere e dei voli.

Ben il 75% degli hotel ha sottoscritto la “Fifa-approved MATCH accommodation service” che aspira ad allungare i tempi di permanenza degli ospiti giunti in occasione dei Mondiali e lottare in maniera tangibile i “sold for inflated prices”.

Ricerca personalizzata