Monti riunisce task force per lotta all’evasione

    Il presidente del Consiglio Monti ha riunito oggi una task force per coordinare la lotta all’evasione fiscale: alla riunione hanno preso parte i vertici del Dicastero e delle Agenzie Fiscali. Monti ha dichiarato: “Il recupero dell’evasione deve diventare uno strumento per migliorare l’efficienza del sistema economico in un quadro piu’ equo. Dobbiamo continuare con rinnovata forza, perche’ se ognuno dichiara il dovuto, il fisco potra’ essere piu’ leggero per tutti. E’ un impegno ineludibile”

    I vertici del ministero dell’Economia e delle Agenzie Fiscali hanno preso parte alla riunione organizzata oggi da Monti, in via XX settembre, a Roma. “Nel 2011 grazie all’operato dell’Agenzia delle entrate e della Guardia di finanza – ha detto Monti – sono stati recuperati 12 miliardi di euro. Ma si può e si deve fare di più”. Quella che è stata definita una vera e propria task force “si riunira’ periodicamente per rafforzare il coordinamento fra tutte le strutture operative coinvolte e per monitorare i risultati raggiunti”, ha affermato il premier.

    Monti ha poi ribadito la grande importanza della prevenzione in materia di evasione fiscale: le linee di indirizzo fornite oggi dal professore ”mirano non solo a rafforzare le azioni di contrasto all’evasione fiscale, ma anche e soprattutto a incentivare le azioni di prevenzione e migliorare la fiducia dei cittadini nella lotta all’evasione fiscale, incoraggiando un cambio di mentalita’ in favore della compliance”.

    Nell’atto di indirizzo firmato oggi da Monti si prevede un ”utilizzo prudente della leva fiscale, per ristabilire condizioni di crescita più robuste nel medio-lungo termine e contribuire al rilancio della produttività e della crescita economica”.

    Ricerca personalizzata