Monti si smentisce: “Dopo di me governi ancora migliori”. Napolitano: “Avanti con la linea Monti”

Mario Monti nel corso del suo viaggio nei Paesi Arabi a caccia d’investimenti stranieri si è subito auto-smentito. Dopo infatti che erano trapelate news che raccontavano del suo scetticismo sui futuri governi alla guida dell’Italia, non potendo garantire in prima persona appunto per il dopo Governo Tecnico ai suoi interlocutori internazionali, ha invece successivamente affermato la sua tranquillità sul fatto che gli esecutivi successivi, di stampo politico, faranno ancora meglio del suo.

Battuta infelice comunque la precedente, che richiedeva una smentita ufficiale, dopo che il mondo politico aveva espresso immediatamente il proprio fastidio profondo.

Tra i partiti comunque c’è chi spinge ancora per continuare con Monti anche dopo le elezioni (i soliti noti, Casini e Fini): resta difficile  però accettare di andare alle elezioni senza che il professore si candidi, per poi rivederlo in carica, “nominato” in un secondo tempo dai partiti in Parlamento. Candidandosi in prima persona infatti, sarebbe scontato un suo insuccesso, per un appeal sempre più sbiadito nei confronti della popolazione, insoddisfatti dalle politiche lacrime e sangue dei suoi ministri. L’attuale premier comunque ha lasciato il Qatar ed è già in Oman, da dove successivamente raggiungere gli Emirati Arabi.

Sulla vicenda Monti è intervenuto quest’oggi nuovamente anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha ricordato l’importanza della crescita dopo il rigore, che però, secondo il suo parere, va continuamente alimentato, perchè la spada di Damocle del nostro debito pubblico non ammette cali di attenzione. Avanti con la linea Monti insomma…….ma gli italiani la pensano davvero così?

Ricerca personalizzata