E’ morto Giovanni Martinelli, presidente onorario dell’Hellas Verona

Ha combattuto per mesi una brutta malattia, restando comunque vicino al suo Hellas Verona: si è spento oggi, nel primo pomeriggio, Giovanni Martinelli, vice presidente e presidente onorario della società scaligera.
Famoso imprenditore e dirigente sportivo, era stato a capo della società dal 2009 fino al Giugno 2012, riportando il club dalla Lega Pro alla Serie A e salvandolo da un possibile fallimento.

Dopo l’ufficialità dell’acquisto delle quote di maggioranza nel Gennaio 2009, l’Hellas aveva sfiorato la promozione in B nella stagione in corso.
Promozione poi arrivata nel 2010-2011 grazie al fondamentale ingaggio (proprio da parte di Martinelli) di Andrea Mandorlini, il tecnico che ha riportato in alto i colori gialloblu e che ancora oggi siede sulla panchina dei veneti.

L’Hellas Verona si è poi ripetuto nella serie cadetta dapprima sfiorando la A nel 2011-2012 ai play-off, e poi centrandola nella scorsa stagione con un secondo posto alle spalle del Sassuolo.
Nel Giugno 2013, a promozione già centrata, ha ceduto le quote di maggioranza a Maurizio Setti, iniziando a combattere una malattia che lo ha sconfitto in pochi mesi.
L’ex patron è entrato nel cuore dei tifosi gialloblu grazie alle due promozioni in 3 anni e al grande impegno messo in un progetto rischioso, vista la situazione societaria ed economica che ha trovato al suo arrivo nel 2009.

Queste le parole di cordoglio pronunciate oggi pomeriggio da Benito Siciliano, Direttore Generale dell’Hellas Verona dal 2009 al 2012: “Oggi ho ricevuto un cazzotto. Non riesco a farmene una ragione. Mi hanno detto ieri sera che non stava bene, ma come sempre non ho voluto crederci. E’ impossibile trovare una parola per definire quello che lui è riuscito ad essere per l’Hellas. Non ha dato solo i soldi, ma direi anche la vita.
Credo che il Verona non troverà più un personaggio del genere.”

Ricerca personalizzata