Motogp Sepang: Pedrosa vince ma Marquez ipoteca il titolo

Dani Pedrosa vince il Gran Premio della Malesia ma la festa è tutta per Marc Marquez, che nel momento più difficile della sua stagione, a causa delle polemiche per l’incidente di Aragon e relativa penalizzazione, riesce a tenere dietro il suo primo rivale, Jorge Lorenzo, che lotta come un leone ma deve arrendersi al deterioramento delle gomme della sua Yamaha. La medaglia di legno del 4° posto va ancora una volta a Valentino Rossi, che dopo aver tagliato il traguardo dedica il giro d’onore all’amico Marco Simoncelli, che due anni fa perse la vita proprio a Sepang.

In avvio di gara, stranamente, i tre spagnoli non fanno il solito vuoto dietro e nei primi giri si assiste a un inedito quintetto di piloti in lotta per il primo posto, tutti vicinissimi: Lorenzo (che partiva solo 4° dalla griglia) conduce, seguito da Pedrosa, Marquez, Rossi e Bautista. Quest’ultimo sembra patire la pressione di stare con i big e dopo aver sbagliato un paio di staccate, va lungo e perde contatto con il gruppo. Nel frattempo Pedrosa riesce a passare Lorenzo, che inizia a battagliare con Marquez per il secondo posto: la lotta è straordinaria perchè Jorge non si fa problemi a tirare sportellate all’indisciplinato Marc, che dal canto suo risponde con uno stile di guida spettacolare, tutto derapate e pieghe che sfidano le leggi della fisica. Rossi è subito dietro, spettatore non pagante dello show.

Per quanto bellissimo da vedere, il duello tra il 99 e il 93 allontana i due da Pedrosa che se ne va mettendo un distacco rassicurante sugli inseguitori. Più o meno a metà gara, le gomme delle Yamaha cedono di colpo, rendendo impossibile per Rossi prima e Lorenzo poi, tenere il passo delle Honda: Marquez riesce a infilare Jorge in uscita di curva e lo condanna alla 3° posizione. Il rookie spagnolo dimostra ancora una volta di non conoscere una strategia diversa da quella di arrivare primo, infatti mette nel mirino Pedrosa, che però ha troppo margine e riesce a tagliare il traguardo davanti a tutti, replicando la vittoria dell’anno scorso. Rossi chiude per la settima volta in 4° posizione, seguito da Bautista, che vince una lunga battaglia con Crutchlow. Weekend nero per la Ducati che incassa l’8° posto di Dovizioso e i ritiri di Hayden e Iannone.

Mancano tre GP alla fine della stagione e Marc Marquez ha un vantaggio di 43 punti su Lorenzo, un divario praticamente incolmabile. Se lo spagnolo classe 93′ dovesse riuscire a vincere la prossima gara e Lorenzo finisse 3° o peggio, il titolo sarebbe matematicamente suo. L’appuntamento è tra una settimana a Motegi, in Giappone.

[photo credit to: motogp.com]

Ricerca personalizzata