MotoGP: ufficializzato il calendario 2014

Esordio per Argentina e Brasile, addio al suggestivo Gran Premio di Laguna Seca, negli Stati Uniti, che ospitava le gare della sola MotoGP. Vengono anticipate le gare in Giappone e Australia per far posto alla Malesia, che diventa il penultimo Gran Premio stagionale.

Sono queste le principali novità presenti nel calendario della Moto GP e delle classi minori che la Federazione Internazionale Motociclistica (FIM) ha pubblicato in via ufficiale ieri. Poche sorprese, dunque, rispetto alle previsioni della vigilia, anche se il circuito di Brasilia, che dovrebbe ospitare il debuttante Gran Premio del Brasile a settembre, è ancora soggetto ad omologazione.

Il “giro del mondo” dei centauri delle tre categorie motociclistiche partirà, come ormai è consuetudine in questi ultimi anni, con la gara notturna di Doha, in Qatar. Il circus sbarcherà in Europa a Maggio, a Jerez de la Frontera, per il primo dei 4 Gran Premi che si terranno in Spagna (Aragòn, Valencia e Barcellona gli altri appuntamenti in terra iberica), che si conferma da questo punto di vista nazione guida, doveroso omaggio ai piloti spagnoli, indiscussi dominatori del momento.

Buone notizie per gli appassionati italiani: nonostante i dubbi della vigilia, infatti, vengono confermate le gare sia al circuito del Mugello che a Misano Adriatico, (anche se tecnicamente quest’ultimo è il Gran Premio della Repubblica di San Marino), nel circuito intitolato a Marco Simoncelli, considerato da Valentino Rossi il Gran Premio di casa, vista la vicinanza di Tavullia, il suo paese natale.

Fa effetto l’esclusione di Laguna Seca: il circuito statunitense è stato teatro di battaglie epiche in questi anni e la curva del “cavatappi”, la spettacolare chicane in discesa simbolo di questa gara, ha generato sorpassi che sono entrati di diritto nella leggenda di questo sport, facendo capire quale sia la differenza tra un grande pilota e un campione, tra i pavidi e i coraggiosi.

Rispetto a quanto pubblicato dalla Federazione in ottobre, vengono un po’ mescolate le carte per quanto riguarda la parte finale della stagione, con i Gran Premi di Australia e Giappone che vengono anticipati, posticipando la gara in Malesia che diventa il penultimo appuntamento stagionale prima della chiusura a Valencia, a novembre.

Tutti i Gran Premi verranno corsi di domenica tranne il Gran Premio d’Olanda presso l’”università” di Assen, che si correrà come tradizione il sabato.

Questo l’elenco completo degli appuntamenti per il 2014: 23 marzo Qatar – Doha/Losail – gara notturna, 13 aprile USA – Austin, 27 aprile Argentina – Termas de Rio Hondo, 4 maggio Spagna – Jerez de la Frontera, 18 maggio Francia – Le Mans, 1 giugno Italia – Mugello, 15 giugno Catalunya – Circuit de Barcelona, 28 giugno Olanda – TT Assen, sabato 13 luglio Germania – Sachsenring, 10 agosto Indianapolis, 17 agosto Repubblica Ceca – Brno, 31 agosto Gran Bretagna – Silverstone, 14 settembre San Marino & Riviera di Rimini – Misano, 21 settembre Aragon, 28 settembre Brasile – Brasilia, 12 ottobre Giappone – Motegi, 29 ottobre Australia – Phillip Island, 26 ottobre Malesia – Sepang, 9 novembre Valencia – Ricardo Tormo – Valencia.

Ricerca personalizzata