Mou: un’offerta da 25 milioni

    Dopo Eto’o, Mourinho. Questa la pazza idea dell’Anzhi.

    Secondo il quotidiano spagnolo Marca, notoriamente vicino alle vicende del Real Madrid, infatti, pare che sia arrivata a Jorge Mendes, procuratore di Josè Mourinho, una proposta indecente da 25 milioni l’anno, nel caso lo Special One si andasse a sedere sulla panchina dei Russi. Tuttavia, sembrerebbe che Mou abbia già rifiutato la proposta per restarsene a Madrid e continuare l’eterna sfida al Barcellona di Messi e Guardiola.

    Non solo campioni dunque per l’Anzhi Makhachkala, ma anche un buon “direttore d’orchestra” è necessario per poter salire di diritto sul palcoscenico del calcio che conta. Ovviamente la scelta non poteva che ricadere su uno degli allenatori più vincenti d’Europa, già corteggiato da altri multimilionari; infatti, prima di passare all’Inter, il vate di Setubal era al Chelsea del Paperone russo Roman Abramovich, e non solo, in quest’estate, Mou, ha ricevuto anche il corteggiamento degli scecchi del Paris Saint Germain di Leonardo.

    La proposta, se fosse stata accettata, avrebbe portato nelle tasche del portoghese qualcosa come 25 milioni di euro l’anno, cinque in più del suo ex-atleta Samuel Eto’o. Al momento pare che l’allenatore, però, si “accontenti” dei dieci percepiti dalla merengues restanndo così al comando di uno dei club più prestigiosi al mondo. Le sfide da affrontare con la casa blanca sono ancora tante, a partire dalla conquista di quella decima Champions League che farebbe impazzire letteralmente i madridisti e che, nello stesso tempo, permetterebbe a Mou di essere l’unico allenatore al mondo ad aver vinto tre Champions League, con tre squadre diverse.

    Ricerca personalizzata