La serie “The young pope” di Paolo Sorrentino, andata in onda su Sky Atlantic nel 2016, si è aggiudicata il “Nastro dell’anno 2017” realizzando il primato di prima serie tv a ricevere questo riconoscimento. A deciderlo è stato il Direttivo Nazionale dei Giornalisti Cinematografici che dalla settantunesima edizione si occupa di scegliere i vincitori.

La serie che ha visto il debutto del regista premio Oscar Paolo Sorrentino nel mondo delle serie tv, è formata da 8 episodi e racconta la vita de pontefice Pio XIII, raccontando anche il suo lato da uomo e comune peccatore. Trasmessa in tutto il mondo, The young pole ha da subito conquistato diversi fan, attirando l’attenzione del direttivo del Nastro d’oro che, nonostante il premio fosse da sempre riservato al miglior cinema, ha deciso di estendere il riconoscimento a questa serie a puntate la cui qualità è indubbiamente di tipo cinematografico. Una scelta che apre un importante precedente e che mette una serie per la tv su un podio finora mai immaginato.

Il Nastro dell’anno sarà consegnato a Paolo Sorrentino e ai produttori italiani della serie che sono Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e Nils Hartmann, Roberto Amoroso e Sonia Rovai per Sky Italia. A loro si unisce il grande cast di attori ed il cast tecnico e creativo della serie. Una collaborazione avvenuta su diversi fronti ed in grado di donare al prodotto un’ immagine tutta nuova. La premiazione si terrà il 6 Giugno al Musero Maxxi, durante l’annuncio delle candidature del 2017. Nella stessa serata si scopriranno gli altri vincitori tra i cui spiccano i favoriti “Fortunata” si Sergio Castellitto e “Sicilian Ghost Story” di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia.

Fonti: Immagine presa da www.blogdehollywood.com.br/