Natale 2010 e Capodanno: molti italiani restano a casa

    Per il Natale 2010, imminente, e per il Capodanno, moltissimi italiani resteranno a casa non per scelta, ma per necessità a causa di problemi economici. Questo è quanto, in estrema sintesi, tra l’altro, ha rilevato la Federalberghi nel sottolineare, di conseguenza, come per quest’anno il Natale ed il Capodanno siano senza sprint; in particolare, le stime della Federazione parlano di 9,5 milioni di italiani in vacanza con un calo del 5% rispetto alle festività dello scorso anno.

    Come diretta conseguenza il fatturato per i settori legati alla ricettività scenderà del 3,5% rispetto allo scorso anno attestandosi a poco meno di 5,1 miliardi di euro. Un vero esercito, pari a quasi 20 milioni di italiani, resterà senza vacanza durante le feste con buona parte di questi che non uscirà di casa, come sopra accennato, per motivi economici.

    In particolare, coloro che restano a casa a causa dei pochi soldi in tasca aumentano quest’anno di ben il 12% rispetto alle festività 2009. Insomma, l’onda lunga della crisi economica e finanziaria, trasformatasi poi in una crisi occupazionale, con un impatto nefasto sull’economia reale, ancora si fa sentire eccome. Ad influire è anche la destinazione della tredicesima, che non serve più per regalarsi un viaggio, ma sempre più spesso per pagare mutui, bollette, tasse, tributi e debiti pregressi.

    Ricerca personalizzata