Neanche la pioggia ferma Pedrosa

Sepang, Gp della Malesia – Daniel Pedrosa su Honda vince l’ennesima gara di motogp consecutiva e riduce il ritardo dallo spagnolo Jorge Lorenzo a 23 lunghezze quando mancano due gare al termine del campionato.

Pedrosa che era impacciato sul bagnato è sembrato, oggi, aver messo le pinne alla sua Honda su di una pista che ha visto tante cadute, ed ha calato il tris di vittorie. È l’uomo più in forma del momento, la sua Honda, in configurazione 2013, è la migliore del lotto ed il piccolo pilota spagnolo sembra essere un pilota solo con la sua “compagna” in pista. Peccato per quello “zero” a Misano causato prima dalla direzione gara e poi da Barberà che lo ha centrato in pieno. Jorge ancora una volta secondo, ancora una volta è parso timoroso ed in balia dell’avversario. Se è vero che i punti da amministrare ne ha, è anche vero che giocare perennemente in rimessa può causare spiacevoli imprevisti, ed a due gare dal termine e con solo un motore da sfruttare, la situazione si complica e non di poco. Buona gara di Stoner che sale sul podio, quarta e quinta posizione per le Ducati di Hayden e Rossi. Neanche la pioggia, che sembrava la manna dal cielo, è riuscita a dare un po’ di verve alla rossa.

Nella moto2 vince il Sammarinese De Angelis mentre Marc Marquez spreca il suo primo match point andando a cadere mentre era matematicamente campione del mondo.
Campionato del mondo che viene assegnato, invece, in moto3 a Sandro Cortese, svizzero con un pezzo di cuore italiano. Sandro vince la gara e si aggiudica l’alloro mondiale con la sua Ktm ufficiale.

Solo cinque giorni e si salterà di nuovo in sella per il penultimo appuntamento mondiale sulla pista di Phillip Island, terra australiana dove il canguro mannaro Stoner vorrà vincere davanti ai suoi tifosi ed a pochi passi dal ritiro alle gare. Chissà se aiuterà il suo compagno di squadra, Daniela Pedrosa, oppure farà tutto di testa sua.

Pochi giorni e poi di nuovo insieme.

Ricerca personalizzata