Nintendo contro Apple

    Tutti noi pensavamo che erano la Microsoft o la Sony a popolare gli “incubi” dei dirigenti di Nintendo, ma ci sbagliavamo, perchè l’ Apple col successo dell’App Store sta modificato il panorama dei videogiochi, in poche parole è lui il peggiore nemico della Nintendo.

    Nintendo considera Apple un rivale in grado di danneggiare il produttore nipponico a breve termine più del colosso statunitense Microsoft, ha dichiarato il presidente di Nintendo of America Reggie Fils-Aime. La vera sfida, per i produttori di Wii e del DS, risiede nella competizione volta alla conquista del tempo libero delle persone. Competizione che non riguarda esclusivamente i videogiochi: “è tutto un problema di tempo. Siamo in competizione con Zynga, con la navigazione sul web, coi quotidiani”.

    Fils-Aime afferma che nel 2009, con 20 milioni di piattaforme vendute, Nintendo ha superato le vendite combinate di Microsoft e Sony; per questo il rivale principale viene identificato nell’iPhone, piuttosto che nella Xbox 360 o nella PlayStation 3. Inoltre, ha sottolineato Fils-Aime, 14 dei 20 giochi più venduti di questa generazione sono di Nintendo.

    La differenza fondamentale tra il gaming sulle periferiche Apple e quello sulle console portatili Nintendo va ancora una volta ricondotto al tempo. Fils-Aime suggerisce che se da un lato i dispositivi Apple sono perfetti per un approccio casual, i giochi disponibili su DS possono talvolta portare via decine e decine di ore. Il boss di Nintendo of America ammette di aver trascorso 150 ore con il gioco di ruolo Dragon Quest IX.

    Ricerca personalizzata