Nomination Golden Globes: poche le sorprese, spicca “La grande bellezza”

Gennaio è vicino e siamo già nel periodo caldo dei premi cinematografici: sono state annunciate oggi le nomination per la settantunesima edizione dei Golden Globes, che si svolgerà il 12 gennaio 2014, con la conduzione di Tina Fey ed Amy Poelher.

Le candidature, selezionate dalla Hollywood Foreign Press Association edannunciate da Olivia Wilde, Zoe Saldana e Aziz Ansari, hanno destato poche sorprese. A cominciare dalle nomination per il miglior film drammatico, in cui trovano spazio l’attesa pellicola di Steve McQueen, 12 years a slave, l’action-movie sulla Fomula 1 di Ron Howard, Rush e il fortunatissimo Gravity di Alfonso Cuaròn.

Anche nella categoria musical/comedy si preannuncia una dura lotta, con American Hustle, già in odor di Oscar, che dovrà vedersela con The Wolf of wall Street di Scorsese, Nebraska di Alexander Payne, Her (per cui Scarlett Johansson è stata dichiarata ineleggibile) e Inside Llewyn Davis, l’ultimo dei fratelli Coen.

Tra le opere straniere, spicca la presenza del nostro La grande bellezza, fresco vincitore agli European Film Awards. L’opera di Sorrentino se la giocherà ancora con La vita di Adele (vincitore a Cannes ma battuto agli EFA) e Il passato di Asghar Fahradi, probabile concorrente per l’Oscar.

In quanto agli interpreti, nella categoria femminile si preannuncia una lotta fra la favorita, Cate Blanchett (per Blue Jasmine), e Sandra Bullock (Gravity).
Stesso discorso per gli uomini, con Chiwetal Ejiofor e Tom Hanks in pole position, e Matthew McConaughey possibile outsider (per The Dallas Buyers Club).

Sul versante film/serie tv, difficile ignorare l’assenza di Homeland tra i candidati, la cui lista è guidata dal favoritissimo Breaking Bad (alla sua settima e ultima stagione), con House of Cards e Downtown Abbey pronti a sorprendere.
Tra gli interpreti dei serial il gruppo delle nomination presenta nomi da urlo, tra i quali Kevin Spacey (House of Cards) e James Spader ( per The blacklist), in lotta contro il favorito Bryan Cranston.

Nella categoria musical/comedy spicca il nome di Michael J. Fox, mentre Dietro i candelabri (con Michael Douglas), uscito da noi al cinema, in lizza per il miglior film tv.

Ecco le nomination delle categorie principali:

MIGLIOR FILM DRAMMATICO

12 Years A Slave
Captain Phillips
Gravity
Philomena
Rush

MIGLIOR FILM (COMMEDIA/MUSICAL)

American Hustle
Her
Lleywn
Nebraska
The Wolf Of Wall Street

MIGLIOR INTERPRETZIONE MASCHILE (categoria DRAMA)

Chiwetel Ejiofor, 12 Years a Slave
Idris Elba, Mandela: Long Walk to Freedom
Tom Hanks, Captain Phillips
Matthew McConaughey, Dallas Buyers Club
Robert Redford, All Is Lost

MIGLIOR INTERPRETAZIONE FEMMINILE (categoria DRAMA)

Cate Blanchett
Sandra Bullock
Judi Dench
Emma Thompson
Kate Winslet

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA (COMMEDIA/MUSICAL)

Christian Bale, American Hustle
Bruce Dern, Nebraska
Leonardo DiCaprio, The Wolf of Wall Street
Oscar Isaac, Inside Llewyn Davis
Joaquin Phoenix, Her

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA (COMMEDIA/MUSICAL)

Amy Adams, American Hustle
Julie Delpy, Before Midnight
Greta Gerwig, Frances Ha
Julia Louis-Dreyfus, Enough Said
Meryl Streep, August: Osage County

MIGLIOR FILM STRANIERO
La vita di Adele (Francia)
La grande bellezza (Italia)
The Hunt (Danimarca)
Il passato (Iran)
The Wind Rises (Giappone)

MIGLIOR REGIA

Alfonso Cuaron
Paul Greengrass
Steve McQueen
Alexander Payne
David O. Russell

MIGLIOR SERIE TV (DRAMA)

Breaking Bad
Downton Abbey
The Good Wife
House of Cards
Masters of Sex

MIGLIOR SERIE TV (COMEDY/MUSICAL)

The Big Bang Theory
Brooklyn Nine-Nine
Girls
Modern Family
Parks and Recreation

MIGLIOR MINISERIE/FILM TV

American Horror Story: Coven
Dietro i candelabri
Dancing on the Edge
Top of the Lake
White Queen

Ricerca personalizzata