Nuova iniziativa Aidaa: maltrattare gli animali sia peccato

    Ecco l’ultima iniziativa targata Aidaa (Associazione italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente) nel segno di una sempre maggiore sensibilizzazione nei confronti della sorte degli animali: una raccolta di firma online per chiedere alla Chiesa Cattolica e a tutte le altre confessioni religiose di considerare il maltrattamento di animali un vero e proprio peccato.

    Nel caso della Chiesa Cattolica, l’associazione chiede anche di inserire nel catechismo una normativa che prevede l’obbligo della confessione per chi ha peccato facendo del male gli animali. L’associazione animalista ha lanciato online la petizione, che si può sottoscrivere collegandosi al sito www.firmiamo.it/maltrattareunanimalesiapeccato, e una volta completata la raccolta delle firme si premurerà di inviarla al Papa e ai capi di tutte le confessioni religiose presenti in Italia.

    L’animale è un essere senziente – spiegano i promotori – che seppure nei loro credo spesso le religioni definiscono ‘minore’ rispetto agli uomini, resta sempre comunque una creatura voluta e creata da Dio e per questo motivo il maltrattarla o il compiere atti crudeli nei suoi confronti è da considerarsi un peccato contro il creato”.

    L’iniziativa, lanciata martedì 7 dicembre, al momento ha raccolto poco più di 350 firme… Insomma, l’adesione non sembra di massa e forse la proposta sembrerà a molti un po’ bizzarra. Voi che ne pensate?

    Ricerca personalizzata