Nymphomaniac, grande attesa per l’ultimo film scandalo di Lars Von Trier

Il 25 Dicembre, a Copenaghen, uscirà Nymphomaniac, l’ultimo film del controverso regista Lars Von Trier che vedrà come protagonista un’inedita Charlotte Gaisbourg nei panni di una ninfomane cinquantenne. Von Trier collaborerà per la terza volta con l’attrice con cui ha già girato i due film precedenti, Antichrist del 2009 e Melancholia del 2011. Nel cast assieme alla Gainsbourg anche Uma Thurman, Stellan Skarsgard, Shia LaBeouf, Jamie Bell, Stacy Martin, Connie Nielsen e Christian Slater.

Nymphomaniac narrerà la storia poetica e selvaggia del viaggio erotico di una donna, dalla sua nascita fino all’età di cinquant’anni, raccontata dalla protagonista, la ninfomane Joe. Una fredda sera d’inverno l’anziano scapolo Seligman troverà Joe in un vicolo, è stata picchiata. La porterà a casa sua e cercherà di curarla, chiedendole nel frattempo informazioni sulla sua vita. Ascolterà così il racconto, suddiviso in otto capitoli, della sua complicata e lussuriosa vita, ricca di coincidenze fortuite e collegamenti. La Gainsbourg interpreterà Joe, Skarsgard sarà Seligman, mentre LaBouf interpreterà uno degli amanti della donna durante la sua gioventù.

Nymphomaniac avrà un contenuto erotico talmente esplicito da spingere il regista a girare due versioni: una più soft, per la grande distribuzione, e una senza censure, per il mercato dei festival e home video. La prima, di quattro ore, divisa in due parti, uscirà in Danimarca la sera di Natale, mentre in altri Paesi nei primi mesi del 2014, la seconda più lunga e più esplicita, di cinque ore e mezza, anch’essa divisa in due parti, verrà lanciata molti mesi dopo. La casa di produzione é la Zentropa.

Le riprese sono durate dal 28 agosto al 9 novembre 2012. Il film é stato girato a Colonia e a Hilden, in Germania e in Belgio. Il montaggio curato da Molly Marlene Stensgaard, che ha già montato Melancholia, é durato dall’inverno del 2012, dopo la fine delle riprese, fino a poco dopo l’estate del 2013. Il regista non ha lavorato direttamente nel montaggio della versione corta e ha assicurato che non si tratterà di un vero e proprio film pornografico, anche se per le scene più spinte verranno utilizzati attori hard come controfigure.

Il film di Von Trier approderà al Festival di Cannes 2014 con la sua versione “spinta”, nonostante il regista fosse stato definito “persona non grata” a causa delle passate dichiarazioni che aveva rilasciato nell’edizione del 2011, due frasi su Hitler durante la conferenza stampa di Melancholia. Thierry Fremaux, direttore artistico di Cannes, ha specificato che il regista era stato cacciato soltanto dall’edizione del 2011, e non a vita e che, se il film fosse stato pronto per Cannes 2013, l’avrebbe accolto a braccia aperte.

Il 22 Novembre 2013 é uscito il trailer del film, che però è stato subito cancellato dal famoso sito di video sharing YouTube per contenuti espliciti. La versione integrale, della durata di 1’55” é disponibile su Vimeo, mentre su YouTube é presente una versione più censurata di 1’15”. Per promuovere il film, sono state pubblicate quattordici locandine che mostrano le stars protagoniste della pellicola mentre simulano il culmine dell’eccitazione sessuale.

In Italia, incredibile ma vero, continua a mancare la distribuzione. Lars Von Trier non ha infatti un distributore per il nostro Paese, almeno non ufficialmente, né la Bim, che ha diffuso Melancholia, né la Lucky Red, che ha distribuito i precedenti film. La censura sarà ovviamente scontata, con un divieto quasi sicuramente ampliato ai minori di 18 anni, ma é anche certo che non acquistare un titolo tanto atteso, chiacchierato e sicuramente portatore sano di infinite polemiche, lascia stupiti.

Ricerca personalizzata