Oltre 50mila persone hanno partecipato a One Love Manchester, il concerto tenutosi poche ora fa a Manchester per ricordare le vittime dell’attentato e per raccogliere fondi in loro favore. All’iniziativa, promossa in prima linea da Ariana Grande, hanno partecipato molte pop star tra cui Miley Cyrus, Katy Parry e Justin Bieber, ma anche gruppi noti del calibro dei Black Eyed Peas e Coldplay.

E’ stata quindi una serata di cordoglio, ma al tempo stesso di festa, di rinascita e di lotta. Tante le parole spese contro il terrorismo, ma al di là delle parole pronunciate dalle star internazionali, c’è stato un gesto che se vogliamo ha fatto ancora più rumore. Un gesto compiuto, tra l’altro, da un semplice cittadino, da un poliziotto che era lì a a Manchester per funzione di ordine pubblico.

L’agente è stato immortalato mentre raccoglieva attorno a sé un po’ di ragazzini. A quel punto ha proposto loro di formare un cerchio tenendosi per mano, e da lì è partito un grazioso balletto scandito da suoni, risate e sorrisi a 32 denti. E’ stato insomma un siparietto circoscritto, ma che pur nella sua umiltà ha fatto il giro del mondo e intenerito i cuori di milioni e milioni di persone.

Perché in fondo possono esserci misure di sicurezza, possono esserci campagne di sensibilizzazione e cerimonie in pompa magna, ma il miglior modo per combattere il terrorismo, probabilmente, è proprio tenere un atteggiamento di normalità, spensieratezza e voglia di vivere. Tutte sensazioni che quel cerchio di bambini radunatosi attorno al poliziotto hanno espresso nel migliore dei modi.

One Love Manchester ha dato vita a un concerto peraltro riuscitissimo, ricco di canzoni giustamente a tema con le emozioni dal momento, ma al tempo stesso altrettanto ricco di hits che hanno dato proprio il senso della normalità. Non un concerto strappalacrime, dunque, ma commemorativo al punto giusto. E i fondi raccolti lo testimoniano: incassati oltre 10 milioni!

fonte

fonte img