Ora sui treni c’è il caffè Starbucks

Siete dei caffeinomani di prima categoria? Non riuscireste mai a rinunciare al nuovo nettare degli dei neanche in condizioni estreme? Oggi 21 novembre è il giorno in cui viene presentato al mondo intero e inaugurato il primo coffee house su rotaie del colosso americano Starbucks. Ha preso il via in Svizzera questo progetto pilota che permette, finalmente, ai passeggeri di godere un ottimo caffè anche sul treno, grazie a una “gustosa” idea di FFS: Ferrovie Federali Svizzere (SBB in versione originale) e di Starbucks, che, per chi non la conoscesse è la più grande e, aggiungerei, squisita catena di caffetterie al mondo.

Per grande gioia dei pendolari la prima carrozza-bar partirà alle 6.36 sulla linea Ginevra/Friburgo-San Gallo, che circolerà due volte al giorno, andata e ritorno compresi. Marrone scuro come il chicco tostato, bianco come il latte cotto a vapore: questi saranno i colori, che richiamano indubbiamente le tonalità del caffè, caratteristici del salotto per 50 persone allestito sulla carrozza firmata Starbucks, spazio ideale per i viaggiatori.

La carrozza della famosa caffetteria è facilmente individuabile dall’esterno: vettura rossa e bianca elegante con il logo della sirena a tre code di Starbucks su entrambi i lati; strutturata su due livelli è stata data particolare attenzione al comfort e alla funzionalità. Liz Muller, direttore del concept design per Starbucks, dice: “Abbiamo dovuto unire la funzionalità al bel design, pur tenendo conto di una serie di fattori quali il costante movimento del treno, limiti di spazio e di sicurezza rigorosi”.

Al piano superiore della carrozza i viaggiatori potranno gustare il caffè, in tutte le varianti di cui notoriamente dispone Starbucks, con la possibilità di scegliere tra le diverse creazioni a base di bibite calde e fredde e di gustare la favolosa pasticceria e i piatti già pronti; mentre il piano inferiore sarà take away, che permette una rapida, ma sempre eccellente, ristorazione.

Il direttore europeo, Kris Engskov, ha dichiarato entusiasta: “È un giorno importantissimo per Starbucks, in Europa, in Svizzera e nel mondo. Stiamo facendo qualcosa per la prima volta al mondo: aprire una caffetteria su un treno”. È stata scelta la Svizzera perché è il primo paese del vecchio continente dove la catena americana ha aperto il suo negozio, accadeva 12 anni fa a Zurigo, dove ha sede l’ufficio commerciale, e dove Starbucks compra tutti i caffè per il resto del mondo.

Questo progetto è la ciliegina sulla torta che mancava al grande impero di Starbucks, i suoi caffè sono già presenti in tantissimi supermercati, in campus universitari e in aerei di tutto; e ora anche sui treni. Cosa c’è di meglio per i viaggiatori incalliti che gustare una fumante tazza di caffè guardando il mondo scorrere fuori dal finestrino?

E l’Italia? Gli italiani stanno aspettando l’apertura del primo negozio della catena Starbucks, che è presente in quasi tutti gli stati europei. Per un treno italiano che serva le bevande del marchio ci sarà da attendere ancora.

Ricerca personalizzata