Orrore a Miami in pieno giorno: polizia uccide drogato “zombie” mentre cannibalizza una vittima

    Non si può immaginare cosa abbiano pensato i poliziotti di Miami Beach in Florida quando sabato scorso, durante la confusione derivante dallo svolgersi di un festival sull’Hip Hop, sono accorsi per una chiamata urgente presso lo svincolo di una autostrada, sotto la sede del quotidiano “Miami Herald”, e si son trovati di fronte ad una scena tipica da film horror. Secondo quanto riferito dalla polizia infatti, gli agenti hanno avvistato una coppia di uomini, di cui uno nudo e in preda ad apparente stato confusionale, che si intratteneva mordendo e rosicchiando il corpo e il volto dell’altro, steso a terra privo di sensi.

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=2X39f_frNJk[/youtube]

    A questo punto non sono serviti a nulla gli avvertimenti di rito e gli inviti a smetterla, proferiti sia dai road rangers che da una donna presente sul posto (l’autrice della chiamata di emergenza).

    L’aggressore li ha ignorati continuando imperterrito a mangiucchiare l’altro malcapitato, fino a che non si è rivolto minacciosamente ai poliziotti che hanno cominciato a sparargli per fermarlo, almeno 4 o forse 6 proiettili che sembravano non fargli effetto ma che l’hanno infine ucciso sul colpo.  A 2 giorni di distanza non sono stati ancora resi noti molti altri dettagli della vicenda, se non che la vittima della bestiale aggressione è stata subito trasportata allo Jackson Memorial Hospital, pare sia un barbone e sarebbe in condizioni critiche, con il viso reso irriconoscibile dai morsi e forse già morto. I poliziotti coinvolti sono rimasti piuttosto impressionati dall’accaduto, riferendo di una scena “mai vista” e dell’individuo che emetteva “grugniti” minacciosi.

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Zq3cDDxMbS8[/youtube]

    Per quanto riguarda l’aggressore (già soprannominato il “cannibale” o lo “zombie” da stampa e opinione pubblica) si ipotizza che sia stato vittima di un fenomeno noto come “psicosi da cocaina”, uno stato di follia che provoca anche una innaturale sensazione di calore dall’interno del corpo e spinge chi ne è affetto a denudarsi per cercare sollievo. Nelle ultime ore invece pare essersi fatta strada anche l’ipotesi dell’utilizzo di una nuova droga sintetica, più precisamente “tipo LSD”.

    Ricerca personalizzata