Oscar 2018, “La forma dell’acqua” vince come Miglior Film

la forma dell'acqua

Era nell’aria e alla fine il premio è arrivato per davvero: “La forma dell’acqua – The shape of water” si è aggiudicato il premio Oscar come Miglior film. La pellicola diretta da Guillermo Del Toro ha avuto la meglio su “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh, “Dunkirk” di Nolan e sull’italiano “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino.

Il film di Del Toro era dato per vincente specie dopo il Leone d’oro al Miglior film strappato in occasione della 74esima Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia: sin da allora, infatti, la critica definì “La forma dell’acqua” un vero e proprio capolavoro.

La pellicola, che racconta una storia che va dal fantastico al noir, ha ottenuto finora più di 114 milioni di dollari di incassi, nonché il 93% delle recensioni positive sull’autorevole portale Rotten Tomatoes. Prima degli Oscar, il film di Del Toro aveva già incassato 2 Golden Globe, 3 BAFTA e 2 Satellite Awards. La statuetta d’oro quindi era più che “dovuta”, e infatti è puntualmente arrivata.

Per quanto riguarda gli altri premi, il film di Guadagnino ha comunque ottenuto l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale (firmata in questo caso da James Ivory). Oscar minori anche per “Dunkirk” e “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”, a cui sono stati riconosciuti il migliore attore non protagonista e la migliore attrice protagonista. Due statuette per “L’ora più buia”, che ha vinto sul fronte make up e anche come miglior attore, nella figura di Gary Oldman. Due Oscar sono poi andati a “Blade Runner 2049” e a “Coco”, ritenuto il film con la migliore canzone originale.

Infine, Oscar per “Get out” e “I, Tonya”, rispettivamente premiati per migliore sceneggiatura originale e per migliore attrice non protagonista (stiamo parlando di Allison Janney).

Ricerca personalizzata