P.T. Anderson e Robert Downey Jr. insieme per “Inherent Vice”?

    Il suo prossimo lavoro sarebbe dovuto essere “The Master“, film basato su L. Ron Hubbard e la nascita di Scientology, ma il regista de “Il Petroliere” e “Magnolia“, ha infine puntato su qualcosa di diverso, ma sempre attuale all’ interno delle produzioni hollywoodiane: l’ adattamento di un romanzo.

    Il progetto in questione è “Inherent Vice“, trasposizione cinematografica del libro di Thomas Pynchon, che racconta la storia di Larry “Doc” Sportello, un detective privato della Los Angeles anni ’60 che si ritrova coinvolto in una serie di avvenimenti legati al mondo della droga e alla sua ex-ragazza Shasta Fay Hepworth, che prova a convincere l’ investigatore a sventare un misterioso complotto. Infatti la moglie di Mickey Wolfmann, suo attuale amante, sta organizzando un folle piano con il suo rispettivo amante Rigg Walbring. La donna vuole convincere la società che suo marito sia un malato mentale ed abbia bisogno di essere ricoverato in un istituto psichiatrico.

    Una storia piena di intrecci e strambi protagonisti che ben saprà P.T. Anderson riportare sul grande schermo. Per il ruolo di Larry sembra essere in pole position Robert Downey Jr. (“Iron Man“, “Sherlock Holmes“). Attualmente infatti il noto attore si ritrova con un “buco” nel suo “planning” di riprese; L’ abbandono del progetto di Sam Raimi sul Mago di Oz, ha lasciato un vuoto nei progetti futuri dell’ attore, lacuna che potrebbe essere riempita proprio con “Inherent Vice”, testo per cui da tempo ha dichiarato un certo interesse.

    Nelle speranze di Downey Jr. c’è quella di ottenere la parte e poter girare il film subito dopo il cinecomic Marvel “The Avengers – I Vendicatori“, dove indosserà nuovamente la corazza di Iron Man per il regista Joss Whedon.

    Ricerca personalizzata