Pari tra Catania e Toro, furto della Lazio, l’Udinese asfalta l’Inter

Le prime tre partite dell’ultima giornata di andata del Campionato di Serie A, hanno aperto al ritorno del grande calcio, dopo la pausa natalizia.

Ieri sera due gare: nella prima pari a reti bianche tra Catania e Torino, dove però le emozioni non sono mancate, così come le polemiche arbitrali. Le decisioni più importanti comunque appaiono corrette: Lodi espulso ad inizio gara, per un pugno chiarissimo a Meggiorini, come gesto di reazione, e giusto anche il rigore concesso agli etnei, poi spedito sul palo da Bergessio.

I siciliani, nonostante l’inferiorità numerica per tutta la gara, concedono solo il possesso palla ai granata, ma come occasioni fanno addirittura qualcosa in più degli avversari.

Alle 20,45 vittoria in rimonta della Lazio (anche un auto-palo ed una traversa per i capitolini) contro il Cagliari, passato in vantaggio ad inizio ripresa con Sau, e poi raggiunto da Konko sugli sviluppi di un calcio d’angolo. A poco più di 5 minuti dal termine però un regalo enorme dell’arbitro Orsato (intervento di Agazzi su Klose e penalty trasformato da Candreva), permette alla Lazio di vincere la partita. Un fallo visto solamente dall’arbitro e da Lotito, che nel post partita non ha perso occasione per dimostrare ancora una volta la sua totale inadeguatezza nell’utilizzare la lingua italiana (davvero una personaggio imbarazzante).

Oggi ad ora di pranzo, dopo 60 minuti di predominio nerazzurro (nonostante una traversa di Di Natale), l’Udinese si scatena, e rifila un perentorio 3-0 alla squadra di Stramaccioni. Doppietta di Di Natale (due assist superbi di Lazzari) e goal di Muriel. Espulso Juan Jesus sull’1-0 per i friulani.

Ricerca personalizzata