A Parigi sfila l’Haute Couture Spring 2014 di Christian Dior

L’attesa per questa collezione era molto alta e il fascino ha prevalso. Intima e realistica: questi gli aggettivi per descrivere la collezione Haute Couture spring 2014, ideata da Raf Simons, direttore creativo di Dior dal 2012, che non sbaglia un colpo.

La chiave di lettura della sfilata è il taglio. Il suo principale motivo decorativo sono schemi ripetitivi – cerchio, occhio, cuore – ricamati sul tessuto, cuciti spesso con gioielli per un effetto 3-D. Gli abiti sono ridotti e leggeri, coperti da veli di seta pura. “Non si tratta di immobilità, non della couture statica“, ha detto Simons.

Raf Simons ha iniziato con il progettare womenswear e questo gli ha aperto le porte del successo. Dopo Jil Sander passa a Dior. Simons si confronta con l’Alta Moda come un bambino in un negozio di caramelle. Si pone in modo aperto verso le nuove generazioni, ed è proprio per questo che il suo atteggiamento rispecchia una volontà di modernizzare l’haute couture. Lui da sempre affascinato dallo scoprire il punto di connessione tra la teatralità dell’haute couture e la vita reale, perchè le donne hanno bisogno di vestiti, che siano funzionali alla loro vita, ma nello stesso tempo spettacolari. Raf è portabandiera di una sensibilità trasformativa, perchè lui studia le donne e la loro psicologia, per capire che cosa vogliono.

Gli abiti sono eleganti, delicati e aristocratici, enfatizzati dai tessuti effimeri come lo chiffon e l’organza. La grafica tono su tono nei colori bianco, nero e blu navy è resa incantevole dal binomio protagonista della sfilata bianco e il nero. Fiocchi e motivi geometrici, perle e dettagli bon ton, che sussurrano una femminilità che non passa inosservata. Al centro della sfilata, oltre gli abiti, ci sono gli accessori più amati dalle donne, le calzature, eccentriche ed opulente, in contrasto con il trucco naturale e l’hair style con capelli sciolti.

Il grande merito di Raf Simons è quello di aver risvegliato un’eleganza sospesa tra epoche passate e modernità, creando abiti per una donna moderna e dinamica, mai volgare, che ama il lusso senza eccessi, tutto secondo le regole di casa Dior.

Ricerca personalizzata