Il cibo è non solo un’esigenza ma un atto d’amore e tante volte un momento da condividere con chi si vuole bene. Negli ultimi anni la sua importanza sembra essere aumentata acquisendo sempre più spazio non solo tra i fornelli ma anche nei pasti fuori casa, nello street food e nel delivery.

Una ricerca Ipsos dal titolo “Dal ristorante alla rete” realizzata per TuttoFood, la rassegna internazionale del cibo che si terrà a Milano dall’8 all’11 maggio ha infatti riscontrato un aumento rispetto alla precedente indagine realizzata per sempre per TuttoFood durante Expo del 2015.

Ecco quindi quanto è emerso:

Gli italiani che mangiano fuori sono aumentati e si sono fatti più esigenti privilegiando i gustosi ma sani e leggeri. A pranzi e cene fuori si sono però uniti lo street food e i pasti da farsi portare a casa dopo averli ordinati direttamente online.

Tra i cibi più consumati figurano primi e secondi purché a base di pesce, leggeri e gustosi mentre il dolce preferito è il tiramisù. Al tutto si accompagna sempre in modo impeccabile un buon vino e tra i più gettonati ci sono il Brunello di Montalcino ed il Pinot bianco.

Andando invece alle percentuali si è evinto che circa il 60% degli intervistati ritiene street food e ordini online dei validi sostituiti delle cene fuori mentre il 40% consuma fuori almeno un pasto alla settimana. Non manca però chi sceglie ancora di cucinare a casa impegnandosi in cucina per circa 90 minuti a volta, contro i 75 emersi dall’indagine del 2015.

Andando infine agli acquisti online è emerso che se un tempo essi erano limitati al reperimento di cibi difficili da trovare in giro, oggi sempre più italiani considerano l’idea di fare la spesa online e di comprare anche piatti pronti da farsi mandare un casa. Un dato che sembra essere in costante crescere e che potrebbe cambiare il concetto di spesa del futuro.