Paul Walker, l’autopsia rivela dettagli sull’incidente. Le foto

La morte è stata provocata sia dall’alta temperatura [dovuta all’incendio dell’auto] e sia dalla frattura di diverse ossa a causa del forte impatto. Compromessa la mascella, la clavicola del braccio destro e rotture sparse di diverse costole, insieme a gravi fratture pelviche: questo è l’agghiacciante responso dell’autopsia sul corpo di Paul Walker, 40 anni, noto attore cinematografico, scomparso prematuramente a causa di un incidente stradale in California, durante una manifestazione di solidarietà di cui il divo di Hollywood era promotore.

L’attore si è accorto di ciò che stava accadendo: lo mostra la posizione di difesa assunta prima dell’impatto ed evidenziabile nella posa carbonizzata impressa sul sedile, primo ricordo del corpo dell’uomo da parte dei soccorritori. L’incidente è stato tanto violento e l’esposizione alle fiamme tanto eccessiva da rendere il corpo quasi irriconoscibile, tutti gli organi sono stati ritrovati gravemente compromessi e quindi non è stato possibile donarli così come la famiglia aveva auspicato. Ciò ha anche reso complicato il lavoro di riconoscimento dei cadaveri, avvenuto solo grazie alle impronte digitali.
Un dettaglio da non tralasciare è l’assenza di sostanze stupefacenti o di alcol in circolo nel corpo dei due uomini, quindi la causa dell’incidente non è ricercabile in esse.

Ciò che la polizia californiana sta cercando di capire, adesso, è la dinamica dell’incidente: sempre più plausibile la perdita di controllo a causa della forte velocità, dato che proprio dal referto medico emerge che l’impatto sia avvenuto a una velocità non inferiore alle 100 miglia orarie, equivalenti a circa 160 km/h. Proprio questo fa supporre agli inquirenti che a provocare la fine di Paul Walker e del suo amico, Roger Rodas, sia stata proprio l’eccesso di velocità che ha compromesso la riposta ai comandi da parte dell’autoveicolo. Esclusa la pista del sabotaggio del mezzo, inizialmente presa in considerazione, così come la teoria del guasto meccanico della Porsche Carrera su cui viaggiavano i due.

Bloglive può mostrarvi i documenti del 911 al momento dell’arrivo sul luogo dell’incidente e la ricostruzione dei drammatici momenti dopo l’impatto.

Questa è la ricostruzione data dai soccorsi subito dopo l’impatto. I tempi di aiuto sono stati rapidi, ma il decesso era ormai avvenuto, nonostante la celerità del 911 americano.


La mappa del decesso, una descrizione dei dati anagrafici di Paul Walker e una prima descrizione dei traumi subiti.


Il documento raccoglie la difficoltà dei soccorsi nel capire, nell’immediatezza dell’istante, la gravità dei traumi riportati dall’attore americano.

Le date sono da leggersi mese/giorno/anno.

Intanto, la Universal ha diramato la notizia che l’agente Brian O’ Connor, interpretato proprio da Paul Walker, andrà in pensione, scongiurando così la probabilità, per i fan e per la famiglia, di rivivere gli ultimi drammatici minuti dello straordinario attore di Hollywood.

[photo credits: dailymail.co.uk]

Ricerca personalizzata