Perde la moglie al gioco d’azzardo e la lascia stuprare dai contendenti

violenza sessuale india

E’ a dir poco agghiacciante l’ultimo episodio che giunge dall’India, dove un uomo è arrivato al punto di mettere in palio sua moglie durante un gioco d’azzardo. L’uomo in pratica era disposto a cedere la sua donna e a permettere che venisse stuprata dagli altri giocatori nel caso in cui avesse perso la partita.

L’episodio è stato riportato dall’Hindustan Times e, stando a quanto si apprende, si sarebbe verificato circa una settimana fa in un villaggio facente parte del distretto di Balasore, nello stato federato dell’Orissa, a Est del Paese. La vicenda è tuttavia venuta a galla soltanto in queste ore, quando la vittima della violenza ha trovato il coraggio per raccontare il tutto alla polizia locale.

La donna ha raccontato che il marito l’aveva messa in palio durante una partita al gioco d’azzardo, e che dal momento in cui il marito quella partita l’aveva persa, lei avrebbe dovuto essere stuprata dagli altri giocatori. E così effettivamente è stato. L’uomo non solo l’avrebbe data in pasto ai suoi aguzzini, ma l’avrebbe anche minacciata di morte nel caso in cui si fosse anche solo permessa di raccontare l’accaduto a qualcuno.

Tuttavia la donna non si è fatta intimidire e dopo qualche giorno ha denunciato i fatti alla polizia locale, facendo chiaramente il nome del marito e dei violentatori che però sono riusciti a darsela a gambe. Gli accusati in realtà sarebbero due: il marito della donna e il violentatore (fonti più precise parlano infatti di un solo stupratore, e non di un gruppo).

Ma come ci è arrivata fino al luogo in cui si sono consumati i fatti? La donna ha raccontato di essere stata portata con l’inganno nei pressi di uno stagno, dove il marito diceva di dover andare per sbrigare alcune cose. In realtà lì ad attenderla c’era l’uomo contro il quale il marito aveva perso una scommessa, pronto ad abusare della povera donna. “Mio marito ha assistito alla scena senza muovere ciglio e mi ha minacciato di uccidermi qualora avessi raccontato l’accaduto a qualcuno”.

Ricerca personalizzata