Se si devono guidare veicoli fuori dalla Comunità Europea occorre avere con sé la patente di guida internazionale. Ma cos’è e come funziona? scopriamolo immediatamente con questa utile guida.

La patente internazionale è un documento di identità che consente di poter guidare veicoli fuori dalla Comunità europea. Si tratta di un documento che è simile al passaporto, ma si differenzia da esso, perchè è leggermente più grande. All’interno sono riportate le generalità del conducente e i dati della patente normale di guida.

Esistono due modelli di patente internazionale di guida: il modello Ginevra 1949 e il modello Vienna 1968. E’ possibile fare domanda per tutti e due, la differenziazione tuttavia sta nel fatto che, la prima tipologia ha una validità di un anno, mentre la seconda di 3 anni. Questo dipenderà naturalmente, da quanto tempo bisognerà restare nel Paese extracomunitario.

Per conoscere con esattezza il tipo di documento di guida richiesto è sempre consigliabile contattare gli uffici consolari.

Ecco come si ottiene il permesso internazionale di guida

Erroneamente a quanto si pensa, per poter ottenere il permesso internazionale di guida non bisogna fare nessun tipo di esame, ma basta recarsi presso la Motorizzazione e fare la richiesta. Ecco la giusta procedura che bisogna seguire:

La prima cosa da fare è quella di compilare il modello TT 746 in ogni singola parte, e allegare alla domanda i seguenti versamenti: uno di 10,20€ e l’altro di 16,00€. Da aggiungere una marca da bollo da 16,00€. Infine allegare una fotocopia fronte e retro della patente di guida in corso di validità e due foto, di cui una deve essere autenticata.