Philip Morris entra nel circuito delle sigarette elettroniche

A fine Novembre la Philip Morris International Ink. ha ideato un business plan per entrare nel crescente mercato delle sigarette elettroniche. Si prevede il lancio di un prodotto innovativo e che riduca i rischi prodotti del fumo.

Già da tempo Marlboro e altri brand oltreoceano si sono uniti alle compagnie produttrici di tabacco per creare sigarette smokeless e diversi tipi di nicotina, in primis per diversificare i prodotti da quelli delle sigarette tradizionali e per combattere l’aumento delle tasse, i problemi di salute ed i pregiudizi sul fumo che aumentano sempre di più.

Le sigarette elettriche stanno negli ultimi anni scalando le vette di un business che vale miliardi e che sta cercando di sostituirsi alle sigarette tradizionali, anche se quasi il 50% dei consumatori ammettono che non rinunciano ancora ad una pausa con l’affezionata “vecchia” sigaretta.
Le e-cig sono prodotti a batteria che usano una soluzione liquida a base di nicotina per creare vapore che poi viene inalato da chi lo usa.

Dal 2006 ad oggi le vendite sono aumentate esponenzialmente, così come i consumatori.
Proprio per questo la Philip Morris ha annunciato tramite Andre Calantzopoulos, CEO della compagnia, di voler scendere in campo promuovendo presto un prodotto dal “gusto mai provato” che lo differenzierà da altri brand che si sono messi in affari con le e-cig, questo è quanto presentato alla Morgan Stanley Global Consumer Conference che si è tenuta a New York.

Il Ceo Calantzopoulos ha precisato che la compagnia vuole diventare un produttore di prim’ordine all’interno della categoria, aiutando in questo modo anche a regolare i dibattiti che gravitano intorno alle sigarette elettroniche.
Le e-cig prodotte saranno completamente diverse da quelle tradizionali ed il loro prezzo sarà di conseguenza minore, questo anche perché non esiste una vera e propria regolamentazione al riguardo come avviene per altri prodotti a base di tabacco.

“Il futuro delle e-cig oggi è legato a consumatori adulti, che sono il primo target di compratori ma, saranno i giovani a divenire i primi fruitori quando i nostri brevetti saranno messi in commercio” ha spiegato il CEO in un’intervista alla stampa.
Gli sviluppatori della compagnia stanno brevettando una e-cigarette con un meccanismo di controllo dell’aspirazione e un sistema che riscalda il tabacco invece di bruciarlo, il tutto arriverà nei negozi dopo un lancio commerciale tra il 2016/2017, mentre entro il 2015 saranno ultimati i test.

Ricerca personalizzata