Porsche ha venduto 50.000 auto in 5 mesi

    Alcuni fan del marchio Porsche hanno criticato le scelte fatte dal costruttore tedesco, che hanno ampliato la gamma di vetture realizzando vetture non proprio consone agli standard tradizionale (il riferimento è ai SUV Cayenne e probabilmente Cajun nel 2013). Ma i risultati che sta ottenendo il costruttore tedesco nel 2011, indicano che le scelte operate da Porsche e dal gruppo Volkswagen stanno avendo successo.

    Infatti, nel periodo compreso fra gennaio e maggio 2011, il costruttore Porsche ha consegnato ai suoi clienti circa 50.000 vetture (il numero esatto è 49.982). Il risultato ottenuto, fa registrare un aumento del 38,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

    Il risultato ottenuto soddisfa molto il gruppo Volkswagen, che tramite Martin Winterkorn riferisce che “La Porsche è chiaramente sulla via del successo”. Questo è dimostrabile da un guadagno netto di 691 milioni di euro. Il numero uno del gruppo VW, ha proseguito spiegando che Porsche e Volkswagen hanno un obiettivo comune: “la fusione all’interno di un gruppo automobilistico… dove Volkswagen e Porsche saranno in grado di sfruttare al meglio le rispettive competenze”. In effetti, entrambe le case trarrebbero dei vantaggi dalla fusione, infatti, si risparmierebbe sui costi di produzione una cifra non indifferente: circa 700 milioni di euro.

    Le prospettive in casa Porsche sono molto interessanti: considerati gli attuali ritmi di vendita, si ipotizza che il 2011, potrebbe garantire un aumento notevole rispetto al 2010, dove le vendite totali si fermarono a circa 97.000 vetture. Se i ritmi dimostrati nei primi 5 mesi si manterranno costanti, Porsche potrebbe superare di gran lunga la quota di 100.000 auto vendute. Un risultato che dovrebbe essere reso possibile dall’arrivo della nuova Porsche 911 entro fine anno.

    Ricerca personalizzata