Premier League: Southampton furioso, assolto l’arbitro Clattenburg

Passa la paura per Mark Clattenburg, arbitro inglese denunciato dal Southampton in occasione della sfida di Premier League persa sul terreno dell’Everton. Motivo? Dei presunti insulti rivolti ad Adem Lallana, esterno dei Saints che avrebbe protestato per due presunti calci di rigori negati alla squadra ospite, che per mano di Lukaku si è vista scivolare un prezioso punto esterno.

L’assoarbitri ha però archiviato il caso, dopo aver studiato il reclamo del club, parlato con gli ufficiali di gara e rivisto tutte le immagini, senza però riuscire a trovare una valida motivazione per punire il direttore di gara.
Il Southampton è infuriato dopo la decisione di non prendere provvedimenti nei confronti dell’arbitro, annunciando una possibile riapertura della questione. Nel frattempo il fischietto inglese sarà oggi all’Emirates, per il big match di Fa Cup delle 18.30: Arsenal-Tottenham.

E dall’Inghilterra è già arrivata la forte risposta del portavoce del club Jordan Sibley: “Non è chiaramente un comportamento che possiamo accettare. E fino a quando la questione, che non è assolutamente chiusa, non sarà risolta, noi non riteniamo giusto che Clattenburg diriga uno dei nostri incontri”
La PGMOL, però, resta ferma: “Clattenburg ha tutto il nostro sostegno, abbiamo analizzato la situazione e non c’è nessun caso a cui rispondere. Sarà preso in considerazione per i vari abbinamenti così come abbiamo sempre fatto”

Bufera dunque, almeno per il momento, passata per il direttore di gara, che riceve anche l’appoggio di Arsene Wenger, tecnico dell’Arsenal che oggi sarà diretto dallo stesso: “Fino a quando qualcuno non è dichiarato colpevole, vuol dire che è innocente. Pertanto io non ho alcun problema a vedere Clattenburg arbitrare il nostro incontro”

Parla anche il tecnico dell’Everton, squadra avversaria al Southampton il 29 dicembre, Roberto Martinez: “Sono sorpreso, credo che la prestazione dell’arbitro sia stata positiva. Ha avuto un ottimo controllo della partita”. Clattenburg è assolto e dopo le precedenti accuse per razzismo nei confronti di Obi Mikel (che poi vedranno il mediano squalificato tre turni e l’arbitro assolto), evita nuovi guai.

Ricerca personalizzata