Premier League 14.a giornata: per le big vietato sbagliare

Nemmeno il tempo di archiviare il tredicesimo turno che per i milioni di tifosi sparsi nel mondo è ora di rituffarsi nella Premier League 14.a giornata che, sulla carta, dovrebbe essere un turno infrasettimanale piuttosto agevole per le big.

Partiamo analizzando la sfida che vedrà impegnato l’Arsenal che all’Emirates ospiterà un Hull City fin ora molto soddisfatto della propria posizione in classifica che li vede in decima posizione a + 7 dalla zona salvezza.
Per gli uomini di Wenger una sfida da non sottovalutare ma soprattutto da non sbagliare. L’occasione per conquistare la terza vittoria consecutiva ed impostare una mini-fuga è davvero ghiotta.

Non si possono di conseguenza permettere assolutamente passi falsi Chelsea e Manchester City che dovranno affrontare due trasferte abbastanza agevoli rispettivamente contro Sunderland e West Bromwich Albion, due squadre di medio-bassa classifica.
Quelle che potrebbero sembrare due partite scontate potrebbero invece nascondere qualche sorpresa visto il cammino fin ora intrapreso dalle inseguitrici della capolista: il Chelsea ha infatti vinto solo 2 delle sei trasferte stagionali mentre gli uomini di Pellegrini sono riusciti a far addirittura peggio con ben 4 sconfitte in sei partite, un dato allarmante per una squadra che punta al vertice.

Il match più incerto e spettacolare del quattordicesimo turno sarà molto probabilmente la sfida tra Manchester United ed Everton che si disputerà all’Old Trafford.
Sfida dal risvolto particolare per i due grandi ex Moyes e Fellaini, l’anno scorso i principali fautori delle gioie dei Toffees, passati ai Red Devils in cerca di gloria e titoli. Finisse oggi la stagione gli esiti sarebbero del tutto capovolti ma la sfida di domani, in caso di vittoria del Manchester United potrebbe riportare alla normalità le gerarchie.

Sarà indubbiamente un turno importante per il Liverpool che, dopo aver perso contro l’Hull City, sarà in cerca del riscatto contro il Norwich in una sfida che si prospetta a senso unico. Obbligo quindi per i reds di vincere e convincere per ripartire in campionato e tenersi stretta la quarta piazza, valente per un posto in Champions League. Facile pensare che Brendan Rodgers possa far affidamento su Luis Suarez, unico vero fuoriclasse tra le file del Liverpool.
Proverà ad invertire il trend negativo anche il Southampton che dopo due sconfitte contro le prime della classe ospita un sicuramente più modesto Aston Villa.

Completano il programma della giornata Stoke-Cardiff, Swansea-Newcastle e Fulham-Tottenham mentre l’anticipo di ieri ha registrato l’importantissima vittoria in chiave salvezza del Crystal Palace per 1-0 ai danni del West Ham.

Ricerca personalizzata