Premio Nobel per la Letteratura 2013: i possibili candidati

Giovedì 10 ottobre l’Accademia di Svezia assegnerà il premio Nobel per la letteratura 2013. Come ogni anno l’incertezza regna sovrana essendo questo il premio che ha da sempre il maggior numero di candidati.

Proprio lo scorso maggio gli accademici svedesi, spiazzando tutti annunciarono attraverso un tweet: “cinque candidati sono stati selezionati per il #NobelPrize 2013 #Letteratura secondo il segretario permanente dell’Accademia svedese”. Tale dichiarazione ha da subito suscitato pronostici e fantasie.

Ma chi potrebbero essere i papabili al premio più prestigioso? Le ipotesi sono varie. Si va da Don De Lillo, considerato un “gigante” incompreso, da sempre tra i favoriti ma mai eletto a migliore a Philip Roth, padre di capolavori quali Pastorali americana, che recentemente ha annunciato il suo ritiro dalla scrittura. Accanto a questi si affiancano Cormac McCarthy, Milan Kundera, Peter Nadas, Thomas Pynchon, William Trevor, anche se il più gettonato resta il giapponese Haruki Murakami, mirabile autore di opere quali Tokyo blues, Norwegian Wood, 1Q84, decretato il favorito dai bookmakers. Anche l’Africa ha i suoi candidati favoriti: il somalo Nuruddin Farah e il keniota Ngugi wa Thiong’o, mentre la Siria presenta Adonis, favorito non solo per la sua valenza letteraria ma anche per aver saputo conciliare l’oriente con l’occidente.

E le donne? In cima alla classifica delle preferenze ci sono Joyce Carol Oates, autrice de “La ragazza tatuata”, il cui nome circola ormai da troppi anni, e Alice Munro che proprio lo scorso anno, ad 82 anni compiuti, ha annunciato di non voler più scrivere. E in queste ultime trepidanti ore si fa avanti la possibile candidatura dell’algerina Assia Djebar e della nostra Dacia Maraini.

Restando in Italia i papabili sono Claudio Magris, Umberto Eco e Andrea Camilleri, per i quali si parla di Nobel da diverse edizioni. Sorpresa tra le candidature è quella di Roberto Vecchioni, autore di canzoni d’autore come Samarcanda e di raccolte poetiche come Di sogni e d’amore (Frassinelli) e di Scacco a Dio (Einaudi). Il professore cantante, felice della candidatura, ammette candidamente: “La nomination è il punto più alto della mia carriera artistica“.

Una curiosità: dal 1901 ad oggi il premio Nobel per la letteratura è stato assegnato a 109 persone. Tra queste solamente 12 erano donne.

Ricerca personalizzata