Il 17 Marzo è il San Patrick’s Day e come dice il proverbio saremo tutti un po’ irlandesi, quel che è certo è che berremo birra, quindi tanto vale farci un’idea sull’argomento.

upload.wikimedia.org
upload.wikimedia.org

La festa nazionale d’Irlanda è sbarcata con successo da diversi anni anche qui da noi in Italia, e siccome la si festeggia a base di birra, il San Patrick’s Day è una festa benvenuta.
Scegliere la birra giusta è ovviamente una questione di gusti, ma farsi consigliare da chi ha una grande esperienza è sempre una scelta saggia.
[youtube]http://youtu.be/6ws_wfrrxBc[/youtube]
Justin Dvorkin, proprietario della Pratt Street Alehouse di Baltimora, ha delle proposte su quali birre scegliere per festeggiare al meglio la festa del San Patrick’s Day.

Qual è la miglior birra globale
Risposta facile per Dvorkin, la miglior birra globale per il San Patrick’s day è ovviamente la Guinness. Non esiste Birra dalla diffusione più globale della Guinness, lo sapevate infatti che la più grande fabbrica di questa birra irlandese è in Nigeria?

globalgranary.org
globalgranary.org

Se spillata correttamente può essere un’opera d’arte: la Guinnes Stout (robusta), con il suo sentore di cioccolato e schiuma generosa.
Assicuratevi che il vostro barista utilizzi un rubinetto speciale ad azoto invece che a biossido di carbonio (usato con altre birre), l’azoto dona alla Guinness una schiuma più stretta e dalle bolle più piccole.

Potete provare una Guinness Foreign Extra Stout, con il 7,5% di alcol, è prodotta con più luppolo e va giù liscia e con meno amarezza della Guinness Draught, che ha il 4,2% di alcol.
Se non volete bere una Guinness, Dvorkin consiglia qualsiasi Stout irlandese secca, come una Murphy scout prodotta a Cork, in Irlanda, che è ancora più leggera della Guinness Draught, infatti ha solo 4% di gradazione alcolica.

Le migliori nuove birre da provare
Dvorkin sostiene che sempre più persone amano le rosse irlandesi, famose per essere birre corpose.
La tonalità rossastra viene dalla quantità di orzo utilizzato durante la produzione, le irlandesi hanno un leggero aroma di malto, un corpo mediamente ricco e sapori di orzo tostato e caramello.

Al posto di una corposa rossa Dvorkin consiglia una ambrata, più leggera e bevibile.
La Samuel Adams Irish red, è una birra ambrata, leggermente luppolata con un grado alcolico del 5,5% o la Great Lakes Conway Irish Ale, con sentori di caramello e di nocciola al 6,5% di alcol.

thumbnails.visually.netdna-cdn.com/
thumbnails.visually.netdna-cdn.com/

Quale miglior birra per una lunga notte
Sorprendentemente, è di nuovo la Guinness secondo Dvorkin.
Mentre non è completamente noto ciò che provoca un pesante post-sbornia, si conoscono alcuni fattori che provocano quel mal di testa assassino, vale a dire la disidratazione, gli squilibri elettrolitici e le altalene di zucchero nel sangue.

Molte persone pensano che una Stout secca sia molto pesante perché ha una alta gradazione alcolica, ma la Guinness ha in realtà meno zucchero, quindi meno alcol e meno calorie. Una Stout é la scelta migliore se nelle vostre intenzioni c’è una lunga nottata di pinte, ed in più vi permetterà di essere anche filologicamente in linea con la serata, visto che la tradizione vuole che si beva irlandese.

La migliore birra se non sei un gran bevitore di birra  
Secondo Dvorkin se non siete dei grandi bevitori dovreste optare per delle birre rosse irlandesi, per il loro buon equilibrio tra la dolcezza ed il luppolo, e la loro mancanza di sapore di arrosto che spesso è ciò che non viene apprezzato nelle scout.

La Birra da evitare
Ci sono tantissimi tipi di birra ottimi, quindi dovrete fare i conti con l’imbarazzo della scelta. Con questa grande scelta dovreste evitate le operazioni di marketing dei bar come la birra verde o gli shots del San Patrick.
Se vorrete alternare qualcosa di più forte tra una birra e l’altra, rimanete in tema e provate gli ottimi Whiskey Irlandesi, che sono rigorosamente scritti con la “e” per distinguerli da quelli Scozzesi.

Purtroppo esiste anche chi a causa della celiachia non può bere birra, consigliato allora il sidro di mele (senza glutine), come lo Strongbow Gold, ormai molto diffuso anche da noi.

Se riuscirete a ricordarvene durante la serata, è indicato bere dell’acqua ogni tanto, un paio di bottigliette da mezzo litro distribuite durante la serata vi salveranno dal mal di testa il giorno seguente.
Buon San Patrizio a tutti.

Credit Photo:[all-images.org]