Ragazzo autistico uccide il padre con 100 coltellate

kevin shenko

Ha sferrato più di 100 coltellate al proprio padre e, dopo averlo ucciso, se ne è rimasto tranquillo e beato dentro casa come se nulla fosse accaduto. La vicenda si è consumata nell’Illinois, per la precisione a Saint Charles Township.

La vittima, John Shenko, di 60 anni, è stata accoltellata dal figlioletto ed è morta sola e agonizzante in un lago di sangue. Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti, John non sarebbe morto subito, ma sarebbe riuscito a chiamare i soccorsi poco prima di emanare l’ultimo respiro.

L’arrivo della polizia non sembra sia stato tardivo, ma l’uomo era talmente tanto compromesso che sono bastati pochi minuti per essere trascinato verso la morte.

Giunte sul posto, le forze di polizia hanno subito preso il figlio Kevin, di 22 anni, che nel momento in cui gli agenti hanno fatto irruzione è stato trovato in casa tutt’altro che intenzionato a scappare dal luogo del delitto. Kevin è stato portato in carcere con l’accusa di omicidio e con una cauzione fissata a due milioni di dollari.

Nonostante gli interrogatori, non è ancora chiaro il movente che ha indotto il giovane a uccidere il padre, ma stando a quanto si apprende, la follia omicida del 22enne è stata scatenata da un mix di elementi: il giovane infatti soffre di autismo e di un grave disturbo bipolare. Questo però non gli è stato sufficiente a evitargli il processo: Kevin è accusato infatti di omicidio di primo grado ed è ora in attesa del processo. Rischia fino a 60 anni di carcere.

Ricerca personalizzata