Rapisce figlio della vicina e lo brucia vivo: il piccolo aveva 6 mesi

omicidio

Ha rapito un bimbo di soli 6 mesi e lo ha bruciato vivo fino a lasciarlo morire tra le fiamme. Felicia Marie-Nicole Smith, 25 anni, sarebbe stata colei che ha sottratto il piccolo Levi Cole Ellerbe alla sua mamma, per di più vicina di casa, nella località di Natchitoches, in Louisiana.

La madre del bambino, tale Hanah Nicole Barker, ha rivelato agli inquirenti che la stessa sera in cui le hanno sottratto il figlio, due persone l’avrebbero aggredita spruzzandole in pieno volto una sostanza chimica urticante. Subito dopo essersi ripresa dall’attacco, la donna avrebbe preso consapevolezza della scomparsa del figlio, allertando immediatamente il 911.

Non appena ricevuta la denuncia della donna, gli inquirenti hanno avviato la macchina delle ricerche per tentare di ritrovare il bambino. Dopo ore di sopralluoghi, alla fine il corpicino senza vita del piccolo Levi Cole è stato ritrovato accanto a dei binari ferroviari. Sul suo corpo sono state riscontrate gravi ustioni, che lo hanno ucciso poche ore dopo in ospedale.

“Il bambino – riporta una nota della polizia – è stato trasportato in ospedale in condizioni critiche, ed è poi stato trasportato per via aerea all’University Health, dove è deceduto a seguito delle sue ferite”. Le colpe di tutto ciò devono ancora essere stabilite, ma l’accusata numero uno per omicidio di primo grado è Marie-Nicole Smith, ora detenuta presso il Natchitoches Parish Detention Center.

I funerali di Levi si sono tenuti venerdì scorso. Il necrologio lo descrive come “un bambino davvero felice, sempre disposto a sorridere a chiunque”. “Levi è stata una benedizione per la sua famiglia e per tutti coloro i quali hanno avuto la fortuna di incontrarlo. Lo ricorderemo per sempre come la nostra piccola scimmietta”.

Ricerca personalizzata