Reagisce a uno sputo alla fidanzata, Domenico Lorusso muore accoltellato

Domenico Lorusso, ingegnere italiano di 31 anni, è morto a Monaco di Baviera dopo essere stato accoltellato da uno sconosciuto: l’aggressione, avvenuta martedì sera, sarebbe stata causata dalla reazione del giovane originario di Potenza a uno sputo ricevuto dalla sua fidanzata, una ragazza di 28 anni, che ora sta collaborando con la polizia nella ricerca dell’omicida.

È stata proprio la giovane a raccontare quanto accaduto, secondo quanto riportato dall’emittente locale Bayerischer Rundfunk: la coppia di fidanzati si trovava su una pista ciclabile a Erhardtstraße, al centro di Monaco di Baviera, quando un uomo a piedi si è avvicinato e, senza motivo, ha sputato alla ragazza. La 28enne ha riferito l’accaduto a Domenico Lorusso che è tornato indietro per chiedere spiegazioni allo sconosciuto: tra i due è iniziata una lite e il 31enne italiano è crollato a terra in una pozza di sangue.

Immediatamente soccorso dalla fidanzata e da alcuni passanti, Domenico Lorusso è stato trasportato in ospedale ma è morto in seguito a un arresto cardiaco. La polizia sta ora cercando l’aggressore, contando anche sulla descrizione fornita dalla giovane fidanzata della vittima: l’omicida sarebbe un uomo sui 35 anni, con i capelli corti scuri e lisci che al momento dell’aggressione indossava una giacca nera e una borsa a tracolla.

Le forze dell’ordine cercano anche altri testimoni che possano aver notato qualcosa la sera dell’omicidio. Intanto dopo l’autopsia è stato concesso il nulla osta per il trasferimento della salma in Italia: a Potenza, città di origine di Domenico Lorusso, è stato osservato un minuto di silenzio in sua memoria durante la festa patronale di San Gerardo.

Ricerca personalizzata