Recensione, Divinity II: Ego Draconis

    divinity 2 ego draconis

    Nato nel 2002 come gioco per PC, Divinity II: Ego Draconis, è uno dei GDR più conosciuti dagli amanti del genere.

    Ricalca tutti i punti salienti di un buon gioco di ruolo, e la trama è si fa amare portando alcune novità abbastanza evidenti rispetto ai Fantasy tradizionali.

    Ambientato nelle antiche terre di Rivellon, in un periodo di lotta furibonda tra il genere umano ed i draghi, vi troverete a scegliere tra interpretare il personaggio di un drago, e quello umano, anche se in realtà si tratta dello stesso essere. Non voglio però svelarvi troppo la trama, molto articolata, e spiegata benissimo nel tutorial iniziale.

    Chi si avvicina alla tipologia dei giochi di ruolo non si troverà disorientato nelle tecniche, intuitive e molto semplificate, ed avrà l’ opportunità di mettere in pausa il gioco durante le battaglie per mettere appunto le strategie migliori. La debolezza del gioco, però, risiede proprio in questa semplicità, che forse, non sarà molto apprezzata dagli appassionati del genere, che, probabilmente lo troveranno fin troppo facile.

    Adatto, in conclusione, a chi vuole avvicinarsi ai giochi di ruolo in maniera graduale.

    Ricerca personalizzata