Renzi ospite da Fazio a ‘Che tempo che fa’

Matteo Renzi, ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa”, si mostra il comunicatore affabile di sempre. Le domande del presentatore, che nel suo stile non incalza mai gli ospiti più di tanto, sono state l’occasione per il neo Premier di affrontare le tematiche più discusse in questi giorni dalla legge elettorale, che domani andrà di nuovo a Montecitorio, alle riforme ostacolate a suo dire dall’opposizione “poco costruttiva” di Grillo e del M5S.

Confermata la priorità assoluta nel dedicarsi alla riforma dell’istruzione e alla piaga della disoccupazione, l’ex Sindaco di Firenze ha più volte ribadito la funzionalità delle sue prime mosse, a partire dai viaggi in giro per i Comuni, tanto criticati dall’opposizione.

Vicinanza ai problemi reali che ricopre grande importanza a partire dall’aver sottolineato come la sua squadra di Governo sia formata in gran parte da ex Sindaci, per natura più abituati ad affrontare i problemi del quotidiano, e per questo più idonei dei politi del “palazzo” a ricoprire quegli incarichi.

Spinto da Fazio, ha dedicato notevole spazio del suo intervento all’abolizione del Senato, fattore messo in dubbio ultimamente ma che era tra i punti cardine del suo programma fin dalle primarie del Pd. La promessa è quella di risolvere il prima possibile la grana della legge elettorale per potersi dedicare già da questa settimana ai tagli sull’Irap e l’Irpef che dovrebbero fare parte del pacchetto di misure economiche proposte dal Ministro Padoan.

Infine si è sbilanciato su una delle nomine che lo attendono a breve facendo il nome di Raffaele Cantone, il magistrato napoletano che sarà nominato commissario anti corruzione del suo governo.

Simpatico e brillante, Renzi continua a essere un grande comunicatore; la prossima settimana si vedrà se è anche un grande politico.

Ricerca personalizzata