Richard Branson: investire sulla comunità per far crescere il brand

Richard Branson è l’estroso fondatore della Virgin , il noto brand composto da oltre quattrocento aziende dislocate in tutto il mondo, che spaziano dai servizi finanziari al turismo spaziale. L’imprenditore britannico è generoso nel dispensare utili consigli, raccontando aneddoti della sua vita che possono servire da esempio per coloro che vogliono lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria.

Secondo il miliardario inglese, la regola fondamentale, quando si avvia un nuovo business, è quella di identificare i potenziali clienti e studiarne esigenze e caratteristiche. In uno dei suoi recenti articoli per Entrepreneur, Branson racconta che, nei primi anni settanta, quando lui ed i suoi collaboratori stavano lanciando la Virgin Records, sostennero un progetto legato a un centro di consulenza, ubicato vicino alla loro sede, in modo da stabilire un contatto con il pubblico. Un’attività che, forse, non ha dato risultati immediatamente rilevanti in termini di vendite, ma che è servita a conoscere i potenziali clienti e soprattutto a farsi conoscere.

Questa filosofia di stabilire un contatto col pubblico locale è stata adottata da tutte le società Virgin che sono state create nel corso degli anni. Branson racconta, infatti, di aver visitato negli ultimi tempi la sede sudafricana della Virgin Active, dove ha potuto appurare un proficuo contatto di collaborazione tra la filiale della sua azienda e il Governo, soprattutto a seguito del lancio di un programma di sviluppo denominato “Future Crew”, che si occupa di integrare i programmi scolastici con attività sportiva. La Hill Senior Secondary School, situata in uno dei quartieri più poveri di Città del Capo, è stata, infatti, dotata di una palestra e di attrezzature sportive, che hanno contribuito a creare un ambiente più confortevole e stimolante per gli alunni.

Sulla scia di questo progetto ne stanno sorgendo altri, con l’intento di ampliare il network del proprio brand, per avere un’immagine positiva sul territorio nel quale si opera; l’aspetto economico è secondario e considerato solo a lungo termine. Lo scopo è quello di far diventare l’azienda un punto di riferimento per la comunità, in modo tale da migliorare le relazioni tra clienti e personale, costruendo in tal modo un business di successo.

Il consiglio di Branson è quindi quello di investire sul benessere dei potenziali clienti: in questo modo si rende competitiva la propria azienda e si crea una solida base di consumatori affezionati al brand.

Ricerca personalizzata