Sampdoria, la rinascita parte dal Capitano

Capitan Palombo Sono giorni di fuoco nell’ambiente blucerchiato dopo la clamorosa retrocessione in Serie B sancita Domenica scorsa con la sconfitta in casa col Palermo, culmine estremo di una stagione disastrosa che ha portato la squadra ligure dai sogni di gloria della partecipazione ai preliminari di Champion’s League fino all’incubo terribile della B, evento sul quale nessuno avrebbe mai scommesso un euro a inizio campionato.

In questi giorni alcuni gruppi di tifosi hanno fortemente protestato durante gli allenamenti della squadra inveendo specialmente contro Cavasin, il portiere Curci e Maccarone; dagli insulti si sono salvati in pochi, tra i quali il Palombo. Proprio il Capitano, autore delle scuse in lacrime che hanno commosso tutti gli addetti ai lavori, ha espresso la sua intenzione di restare anche ora che la barca blucerchiata è affondata nelle acque della serie B.

Assieme a lui anche Nicola Pozzi, autore di un buon finale di stagione, pare intenzionato ad aiutare la Samp a compiere una immediata risalita nella massima serie.

Se così dovesse essere, per la Sampdoria sarà un ottimo punto di partenza per ricostruire una rosa che, tra giocatori in partenza, prestiti scaduti e probabili cessioni illustri, andrà quasi rifondata da zero. Difficile pretendere che qualcuno debba partecipare al campionato cadetto quando magari ha la possibilità di competere in A. Questione di stimoli, di carriera, di ingaggio e per qualcuno, vedi Gastaldello e lo stesso Palombo, anche di Nazionale in vista dei prossimi Europei del 2012.

C’è da prendere una decisione insomma, per il bene del Doria. Palombo e Pozzi pare l’abbiano presa e potrebbero essere i primi due tasselli per la ricostruzione.

Edoardo Garrone, che sarà nominato a breve Amministratore Delegato, nei giorni scorsi si è affrettato a chiedere scusa per gli errori commessi nella stagione che sta per concludersi, dichiarando che si farà il massimo per riportare quanto prima la Sampdoria nelle posizioni che le competono.

Il primo passo è stato assumere come Direttore Sportivo Pasquale Sensibile, attualmente al Novara. Manca ancora l’ufficialità anche se lo stesso interessato non ha smentito la notizia.

Il prossimo passo ricomporre il puzzle del parco giocatori della nuova Samp. Non sarà facile, ma la buona notizia è che il primo importante mattone, il capitano, Angelo Palombo, ci sarà.

Ricerca personalizzata