Sanremo 2014: Pif apre un festival bello e contemporaneo

La “bellezza”, celebrata dal cinema con Sorrentino, e i 60 anni della televisione. Saranno questi i temi guida della 64esima edizione del Festival della canzone italiana, annunciati da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto durante la conferenza stampa di presentazione presso il teatro del Casinò di Sanremo, per anni palco storico della kermesse. Con la presentazione ufficiale ai giornalisti la macchina di Sanremo 2014 può finalmente mettersi in moto.

Gli artisti scaldano le ugole in attesa di una gara che nel meccanismo non si differenzierà molto rispetto all’anno scorso. Ognuno dei 14 BIG porterà al festival due brani. Ma solo uno, scelto dal voto da casa e della sala stampa, proseguirà la gara. Nelle ultime due serate entrerà in gioco la giuria di qualità, presieduta dal regista Paolo Virzì e composta da Silvio Orlando, Giorgia Surina, Paolo Jannacci,Silvia Avallone,Piero Maranghi, Aldo Nove, Lucia Ocone,Rocco Tanica e la violinista Anna Tifu. “Il lavoro di selezione è stato complicato, e per fortuna, aggiungo. Ma la scelta è stata guidata da un criterio rispettoso degli artisti e del valore della musica”, dice Fazio. “Non abbiamo fatto un cast televisivo – aggiunge – e abbiamo rifiutato quelli che hanno detto ‘ho scritto una canzone perfetta per Sanremo’. Abbiamo invece scelto canzoni nel segno della contemporaneità, canzoni che immaginiamo possano essere ascoltate dai consumatori di musica, con un occhio comunque alla tradizione”.

Tra le novità di questa edizione sarà la presenza di un pre-festival e un dopo-festival. Come anticipato ieri da un’indiscrezione trapelata durante il programma L’Arena di Massimo Giletti, il protagonista delle copertine che anticiperanno il festival vero e proprio sarà Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, che ci traghetterà verso la serata con filmati girati e montati seguendo lo stile de Il testimone. Il dopo festival, trasmesso in streaming dal portale RaiTV, subito dopo la diretta televisiva, sarà invece condotto e gestito da Filippo Solibello e Marco Ardemagni del programma radiofonico di Radio2 Caterpillar. L’altra novità riguarda la serata del venerdì che quest’anno si trasformerà in una sorta di Sanremo Club nel segno di un’unione ideale tra il festival e il Tenco Club. Agli artisti verrà chiesto, come da tradizione, di esibirsi – accompagnati da altri ospiti – con una canzone non loro, scelta dal repertorio della tradizione autoriale italiana. Venerdì sarà anche il giorno in cui verrà scelto il vincitore della categoria Nuove Proposte le cui canzoni, come assicura il direttore musicale del Festival Mauro Pagani “sono decisamente all’altezza di quelle dei Campioni”.

Per quanto riguarda gli ospiti finora confermati, saliranno sul palco dell’Ariston, cimentandosi tutti in una performance di qualche tipo, Letizia Casta, Claudio Baglioni, Raffaella Carrà, Renzo Arbore, Gino Paoli, Franca Valeri, Enrico Brignano, l’astronauta Luca Parmitano e alcuni membri dell’orchestra Mozart, protagonisti di un doveroso omaggio al Maestro Claudio Abbado. Tra i superospiti stranieri attesi all’Ariston Rufus Wainwright, Stromae, Damien Rice, Paolo Nutini e Yusuf Cat Stevens.

Ricerca personalizzata