Sanremo 2014, Riccardo Sinigallia rischia l’esclusione: plagia se stesso, ecco la prova

Al netto delle opinioni e del gusto personale, è indubbio che non si debba plagiare per alcun motivo un brano musicale, non solo perché il regolamento di Sanremo lo vieta esplicitamente, richiedendo agli artisti invitati a competere di farlo con canzoni del tutto inedite.

Ma non ha fatto in tempo a rifletterci, Riccardo Sinigallia, né a tutelarsi abbastanza, così il video che adesso mette in dubbio la sua partecipazione al Festival è già stato ripescato dalla Rete e additato come prova del fatto che la canzone proposta a Sanremo quest’anno non sia appunto originale.
Ma dopo il danno anche la beffa, si direbbe, anche se questo somiglia più ad un autogoal: il colpo di scena infatti si arricchisce di particolari e somiglia sempre più ad vera e propria ammissione di colpa, perché il video che dimostra il fallo di Sinigallia è appena sparito dalla pagina web sulla quale compariva, dove ora si legge infatti che è in corso un aggiornamento. Nell’immagine in alto, però, lo screen che qualcuno è riuscito a catturare in tempo e che ora si sta diffondendo sul web dimostra chiaramente l’esistenza della performance risalente al 2013.

L’esibizione rientrava nel Festival Le Corde dell’Anima che si è tenuto a Cremona il 1 giugno 2013, all’interno di in un incontro letterario musicale tra Lorenzo Amurri e lo stesso Riccardo Sinigallia, accompagnato al basso da Laura Arzilli.

Fino ad ora “Prima di andare via” è stata considerata tra le canzoni vincenti di questa edizione del Festival della musica italiana. Presentata insieme ad un altro “inedito”, “Una rigenerazione”, entrambi i brani saranno inclusi nel terzo disco di Sinigallia.

Probabilmente proprio la buona qualità del brano l’ha messo a tal punto in risalto da renderlo subito riconoscibile a chi l’aveva già ascoltato, ma la regola di Sanremo vuole che la canzone «nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ultimo eventuali iniziative editoriali debitamente autorizzate) non sia già stata pubblicata e/o fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano», esattamente come in questo caso.

La partecipazione del cantante romano a Sanremo 2014 sembra finirà qui, dal momento che nella conferenza stampa di oggi, il critico musicale Marco Mangiarotti ha esplicitato che la direzione artistica è a conoscenza del video dell’esibizione di Sinigallia del brano in gara risalente all’estate scorsa e che la commissione deciderà il da farsi dopo le dovute verifiche, pur ammettendo che all’ascolto, sì, la canzone è proprio la stessa presentata al Festival.

Ricerca personalizzata