Sanremo 2014, svelati gli otto giovani che si contenderanno il titolo

Sono stati comunicati gli otto nomi che si contenderanno il titolo di Sanremo giovani:
Diodato – “Babilonia”
Filippo Graziani – “Le cose belle”
Rocco Hunt – “Nu juorno buono”
The Niro – “1969”
Veronica De Simone – “Nuvole che passano”
Zibba – “Senza di te”

Inoltre, da Area Sanremo, sono stati selezionati:
Bianca – “Saprai”
Vadim – “La modernità”

La notizia degli otto finalisti è stata pubblicata sul sito ufficiale del Festival ieri in tarda mattinata, a seguito dell’ascolto live di tutti i brani degli aspiranti partecipanti alla kermesse musicale più esclusiva del nostro paese. Mauro Pagani, Claudio Fasulo, Andrea Guerra, Massimo Martelli e Stefano Senardi sono stati impegnati con ben 60 audizioni, tra volti noti, nuovi e talentuosi: tra tutti, non si può non citare Davide Papasidero, già vincitore di Castrocaro e considerato tra i papabili per la competizione.

I cantanti che si contenderanno il titolo di Nuove Proposte, sono già famosi nelle loro città e regioni, vengono dai generi più vari, rap e pop in primis. Si può notare nei loro brani un abbandono sempre più deciso del genere dance e techno, chiaro sintomo di come gli italiani abbiano rivoluzionato il campo della musica, concedendosi a qualcosa di più popolare e meno eccessivo. I brani promossi dalla commissione possono essere ascoltati sul sito di Sanremo 2014.
L’impronta anti-talent di Fazio si sente eccome: a parte Veronica De Simone che è arrivata terza a The Voice I della Carrà, gli unici che potranno partecipare alla kermesse potranno essere Michele, il fresco vincitore di XFactor e dall’incoronato del nuovo talent di Raffaella.

Proprio l’inedito di Michele è stato scritto da uno dei giovani, Zibba, in collaborazione con Tiziano Ferro: il suo ingresso alla kermesse era stato dato per certo. Rocco Hunt, invece, è un rapper che vanta collaborazioni con Clementino ed Ensi, amati dal pubblico napoletano per il loro modo unico di arrivare alla gente. Davide Combusti è invece The Niro, classe ’78 e con la musica nel sangue: il suo brano è uno dei pochi in italiano, si è sempre dedicato alla scrittura e al canto in inglese e ciò lo rende apprezzato anche all’estero. Diodato è, invece, un nome noto al cinema, sua la voce per la colonna sonora del film Anni Felici con Micaela Ramazzotti e Kim Rossi Stuart. Filippo Graziani è figlio d’arte, infatti suo padre Ivan è stato un noto cantante degli anni Settanta; ha la musica nel sangue. Vadim è tra i più studiosi tra tutti, ha iniziato a 12 anni e non ha mai smesso, spera che con Sanremo potrà ottenere la giusta visibilità. Bianca, al secolo Emma Fuggetti, è piemontese ed ha già un album in cantiere.

La competizione sarà dura, ma per sapere chi ne uscirà vittorioso è necessario aspettare il 18 febbraio 2014, quando il Teatro Ariston aprirà le porte alla 64esima edizione del Festival di Sanremo.

Ricerca personalizzata