Sanremo 2014, i titoli delle canzoni? Già visti

Pare che i titoli delle canzoni di Sanremo non brillino per originalità. Curiosa la ricerca pubblicata dal giornalista Michele Bovi sul suo sito: si dimostra la numerosità dei titoli già esistenti in precedenti edizioni del Festival e non. Caso eclatante? La ripetizione del “Controvento” di Arisa ben 150 volte: tra le altre, si ricorda l’uso che ne fece Filipponio nel 1981, Antonella Ruggiero nel 1999, Anna Oxa nel 2001, e per ultimo il “Controvento” di Eros Ramazzotti del 2009.

Ancora, nel calcolo delle precedenti apparizioni dei titoli sanremesi, in testa a tutti c’e’ ”Ora” di Renzo Rubino che nei registri della SIAE compare 426 volte, e un altrettanto nutrito numero di canzoni con lo stesso titolo è stato depositato in passato per preservarle da plagio. Nell’ambito dello stesso Sanremo il titolo “Ora” si ritrova nella canzone scritta da Donatella Rettore ed eseguita da Dora Moroni nell’edizione 1978; e, ancora, erano intitolate ”Ora” anche una canzone di Bruno Martino del 1966, di Eros Ramazzotti del 1985 e di Jovanotti del 2011.

Sono 255 invece le canzoni depositate con il titolo “Lentamente”, come il secondo brano presentato da Arisa (che ha aggiunto un sottotitolo per probabile cautela – “il primo che passa”, a sua volta titolo di un brano inciso nel 1974 da Nancy Cuomo per la colonna sonora dell’ultimo film diretto da De Sica). La canzone di Arisa “scartata” dalla gara compariva nell’album di esordio di Angelo Branduardi (1974), e l’ultima volta in ordine cronologico nel 2003, incisa da Niccolo’ Fabi. “Da lontano”, titolo di Antonella Ruggero, e’ stato depositato in passato 90 volte: anche per un brano di Gino Paoli nel 1986, o di Eduardo De Crescenzo nel 1985.

Solo 33 i precedenti per “Pedala” di Frankie Hi-nrg; 32 per “Invisibili” di Cristiano De Andre’; 26 per “Cosi’ lontano” di Giuliano Palma; 7 per “Nel tuo sorriso” di Francesco Sarcina (inclusa la versione italiana di “The shadow of your smile”); 3 per “Prima di andare via” di Riccardo Sinigallia (recente e popolare la versione di di Neffa del 2003). Anche il secondo brano portato dalla Ruggiero non suona nuovo: nel 1965 Larry Finnegan incise una “Quando balliamo”. “In questa citta” di Francesco Sarcina, canzone scartata, si ritrova negli annali del Festival anch’essa – insieme a “Ora” di Rubino – composta da Pino Daniele e interpretata nell’edizione del 1991 da Loredana Berte’; insieme ad altri 41 depositi, tra cui quello di Franco Califano ed Edoardo Vianello per i Ricchi e Poveri nel 1970.

Che manchi la fantasia agli autori? Certo è che il Deja-vu è innegabile.

Ricerca personalizzata