Sarah Jessica Parker a proposito di Sex and the City: “Credo ci sia ancora un ultimo capitolo da raccontare”

Il primo adattamento del celeberrimo telefilm di HBO Sex & City per il grande schermo è stato amato dai fan di tutto il mondo, mentre il secondo è stato stroncato amaramente dalla critica.
Ed oggi si è in attesa dell’uscita di un eventuale terzo capitolo.

Rumors, dichiarazioni, animano incondizionatamente tutti i fan della serie più amata e seguita degli ultimi due decenni che ha dettato un vero e proprio nuovo “Lifestyle” sia per il proscenio femminile che maschile.
Le quattro amiche rappresentavano e rappresentano dei modelli umani in cui rispecchiarsi autorevolmente nella quotidianità frenetica in cui ci troviamo palesemente avvinghiati.

Sarah Jessica Parker, madre presente e pluripremiata attrice di 48 anni, dopo aver disegnato la sua collezione di scarpe in collaborazione con Manolo Blahnik, must della serie televisiva, ha dichiarato alla rivista InStyle che le riprese del film sono alle porte.

Ella ha dichiarato: «Una parte di me pensa che ci sia un ultimo capitolo da raccontare. Ma il tempo è una cosa strana. Non è una decisione che può aspettare per sempre.» In sintesi non anglofona il ferro va battuto finché è caldo.

Dal britannico DailyMail, affezionato proclamatore ufficiale dell’imminente inizio delle riprese, è possibile leggere che la fascinosa attrice è stanca di posticipare, lasciando il film appeso in armadio come se fosse un abito dimesso e informe.

Voci confermate anche da Kristin Davis, per gli amanti della serie la romantica Charlotte, da Cynthia Nixon, l’instancabile lavoratrice Miranda e da Kim Cattral, l’audace e sensuale Samantha.

L’autrice del best seller da cui è ispirato il telefilm, Candace Bushnell, ha invece dichiarato, precedentemente, di ritenere che Sarah Jessica Parker sia ormai troppo vecchia per riprendere ancora una volta il ruolo che l’ha resa celebre, l’iconica Carrie.

L’irriverenza dell’affermazione della scrittrice pone numerosi spunti di riflessione sullo sfiorire della giovinezza e sul cambiamento fisico e psicologico della donna, ma principalmente: una donna non può essere affascinante sopra i cinquant’anni?

Ogni ruga, anche non glamour, è un capitolo assestante di ognuno che dev’essere raccontato e apprezzato, sia se appartiene alla non più giovane Carrie sia che appartenga alle coetanee affezionate dinnanzi allo schermo.

Ricerca personalizzata